Mole24 Logo Mole24
Home » Territorio » Estate 2023: continua la lotta alla cimice asiatica in Piemonte

Estate 2023: continua la lotta alla cimice asiatica in Piemonte

Da Asja D'arcangelo

Luglio 07, 2023

estate-2023-continua-la-lotta-alla-cimice-asiatica-in-piemonte

Il Piemonte continua la sua lotta contro la cimice asiatica: le operazioni, che coinvolgeranno sinergicamente gran parte del territorio, prevederanno interventi a basso impatto ambientale.

Vanno avanti le operazioni per colpire la cimice asiatica: due insetti conterranno la minaccia in Piemonte

Anche nel 2023 continua la lotta alla cimice asiatica in Piemonte, che da anni affligge un’ampia fascia di agricoltori, tra cui quelli che si occupano di nocciole. Sul nostro territorio sono ormai sei anni sono attive le ricerche sulle strategie di lotta biologica all’insetto.

Richiami Prodotti Italia App

Le operazioni, che hanno previsto il rilascio di due specifici insetti, hanno già portato buoni risultati sul contenimento della problematica. In particolare, sono stati introdotti due predatori: il primo è autoctono e si nutre proprio della cimice asiatica, ovvero l’Anastatus bifasciatus, mentre il secondo, il Trissolcus basalis è un predatore della cimice verde.

Una lotta a basso impatto ambientale per salvare i raccolti di gran parte del Piemonte

Il progetto continuerà, ha annunciato Coldiretti Piemonte, anche durante tutto il corso di luglio. Grazie all’esperienza accumulata negli ultimi anni e ai progetti di ricerca realizzati in collaborazioni con diversi enti, si sono messi a punto metodi di lotta a basso impatto ambientale. Con la lotta biologica, infatti, si rispetteranno gli equilibri biologici e si dovranno seguire i ritmi della natura.

Si tenderà a rilasciare in campo degli insetti utili tramite più interventi. In questo modo, si riuscirà a prolungare per più tempo possibile la loro presenza in tutti gli ambienti in cui la cimice asiatica attacca. Inoltre, si allargherà la loro area di azione anche nella provincia di Alessandria e Torino, oltre a quella di Cuneo. La sinergia tra i vari territori interessati ha fatto sì che si potessero mettere a punto interventi più sostenibili e sincronizzati, soprattutto dal momento che è molto importante calcolare quando rilasciare gli insetti antagonisti.

Asja D’Arcangelo

Asja D'arcangelo Avatar

Asja D'arcangelo

Studentessa di facoltà umanistiche all'Università di Torino. Appassionata di giornalismo, ama viaggiare e scoprire nuove culture.