Cronaca di Torino

Edizione da record per il Salone del Libro di Torino 2023

1646
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Salone Internazionale del Libro di Torino, con l’edizione 2023 cresce come mai prima d’ora. I numeri registrati nella 35esima edizione della fiera, infatti, decretano un vero e proprio passaggio di livello della kermesse. Si parla di 215.000 visitatori, circa 50.000 persone in più rispetto all’edizione dello scorso anno.

Grande emozione per la cerimonia di chiusura: Lagioia lascia la direzione del Salone a Benini

Un successo per l’ultima fiera firmata Lagioia, che batte con i numeri tutte le polemiche di questi giorni. Secondo il direttore, la forza della manifestazione sarebbe proprio la sua indipendenza, che dovrà essere presidiata anche nelle sue prossime edizioni. Alla cerimonia di chiusura, Lagioia ha ricevuto una lunga standing ovation e un video-sorpresa, creato con il contributo degli editori e dello staff della manifestazione.

Per i prossimi tre anni, alla guida del Salone ci sarà Annalena Benini. La scrittrice e giornalista, che non teme affatto per l’indipendenza della kermesse, ha espresso tutto il suo sostegno per Lagioia. Discostandosi dal pensiero di alcuni intellettuali di destra, tra cui anche il ministro Sangiuliano, Benini ha affermato che al Salone non sia mai mancato il pluralismo. Nonostante le prossime edizioni saranno dettate dal suo pensiero, la scrittrice ha già in mente di creare un festival del libro dove chiunque possa trovare il suo spazio.

Le polemiche sul Salone del Libro di Torino non ne scalfiscono il grande successo

Durante la cerimonia di chiusura, molti hanno notato due grandi assenti: il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, e il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. Molti dei presenti in sala hanno pensato che la mancata presenza delle due figure politiche potesse avere a che fare con il loro desiderio di evitare ulteriori polemiche. Al posto di Cirio, ha parlato l’assessora alla Cultura della Regione, Vittoria Poggio, che ha ringraziato tutta la squadra che ha lavorato alla fiera, tranne il direttore. A salutare Lagioia, invece, c’era Chiara Appendino, che ha ringraziato il direttore con un affettuoso abbraccio.

In ogni caso, Lagioia esce dalla direzione della kermesse da vincitore. I numeri del Salone del Libro di Torino 2023 non stupiscono infatti solo per quanto riguarda gli ingressi, ma anche per le vendite. 100% in più per il gruppo Mauri Spagnol, 70% di aumento per Mondadori e Laterza e Sellerio aveva già esaurito molti titoli fin nei primi giorni. Aumentano anche le percentuali di visitatori provenienti da altre regioni d’Italia. Per #BookItala sono state oltre 2,2 miliardi le visualizzazioni e oltre 50 milioni per #SalTo23.

Asja D’Arcangelo

Tag
1646

Related Articles

1646
Back to top button
Close