Sanità

Molinette di Torino: un intervento salva la vita a una giovane

2757
Tempo di lettura: 2 minuti

I medici dell’Ospedale Molinette di Torino salvano un’altra vita con un intervento eccezionale. Ad una giovane di 22 anni, che da anni lottava con un tumore, viene asportata una massa di 1.500 grammi.

L’arrivo della malattia e la lotta contro il tumore

La storia di questa coraggiosa giovane inizia nel 2019, quando comincia ad avvertire uno strano malessere. Si tratta di un dolore strano, che giorno dopo giorno le sottrae le energie, la fa respirare male e le fa avvertire un peso al petto. Si tratta di un sarcoma del torace, un tumore maligno aggressivo che le sta crescendo nel petto, comprimendo il cuore e metà del polmone sinistro.

In questo momento inizia il suo difficile percorso: in due anni la ragazza si è sottoposta a chemioterapia e radioterapie e, alla fine, le cure l’hanno aiutata a sconfiggere la malattia. Il tumore entra in una sorta di letargo e le metastasi scompaiono, tutte tranne il macigno che ha nel petto. Infatti, la rimozione di quella massa le viene sconsigliata, dal momento che durante l’operazione c’è un elevatissimo rischio di lesionare anche organi vitali.

Da quando si è ammalata, per la donna ogni attività quotidiana è diventata faticosa ma, nonostante tutto, la giovane ha comunque deciso di avere un figlio. Non è una situazione facile, dal momento che il suo cuore potrebbe cedere da un momento all’altro. Al Sant’Anna di Torino, perciò, le viene programmato un parto cesareo, eseguito dal professor Alberto Revelli e la dottoressa Silvana Arduino. Fortunatamente, l’intervento è un successo, e sia la mamma che il figlio, dopo essersi ripresi in fretta, vengono mandati a casa.

I medici delle Molinette di Torino salvano la giovane grazie a un intervento eccezionale

Il calvario della giovane, però, non è ancora terminato. Infatti, pochi mesi dopo, le condizioni della ragazza peggiorano di nuovo. La massa tumorale continua a crescere, impedendo all’aria di passare nei polmoni. L’unico modo per salvarla, per i medici, è quello di rimuovere il tumore con un intervento estremo. La massa, a questo punto, è grande come un melone e misura 12 per 10 per 6 centimetri e, in totale, pesa 1.500 grammi.

La ragazza viene perciò ricoverata all’Ospedale Molinette di Torino, dove viene sottoposta a 6 ore di intervento. L’équipe è composta dal professor Enrico Ruffini, dai dottori Marco Pocar, Paraskevas Lyberis e Matteo Roffinella. All’operazione partecipa anche il team degli anestesisti composto da Alessandro Buttiglieri, Giancarlo Fornaro e da Anna Chiara Trompeo. Alla fine, i medici riescono a rimuovere il tumore, preservando il cuore e liberando il polmone sinistro.

La ragazza, dopo dieci giorni, torna finalmente a casa. Ora, a un mese dall’intervento, il suo cuore ha ripreso a battere normalmente e la fatica e la mancanza di fiato sono ormai un lontano ricordo.

Asja D’Arcangelo

Tag
2757

Related Articles

2757
Back to top button
Close