Cronaca di Torino

Aree cani: sponsor privati in soccorso del Comune di Torino

150
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino gli sponsor privati investiranno nelle aree cani e nella loro manutenzione. I lavori di ripristino supereranno i seimila euro solo per riparare le buche.

Costi insostenibili e aree cani malmesse a Torino

I nostri amici a quattro zampe necessitano di avere degli spazi a loro dedicati, in modo da potersi muovere in libertà. Il Comune di Torino possiede ben 55 aree cani sul proprio territorio, a cui bisogna aggiungere anche i parchi urbani.

Le aree cani, che prevedono l’iscrizione all’anagrafe tramite microchip, hanno però bisogno di essere ripulite e rimesse in ordine. In molte di esse le buche sono numerose, senza contare la mancanza di panchine, di recinzioni e gli atti vandalici di cui sono oggetto. Sebbene al loro interno i responsabili del decoro sono i padroni, la manutenzione ordinaria spetta alle relative circoscrizioni.

Tuttavia, mancano i fondi per continuare a mantenere in ordine queste aree. Soltanto per le numerose buche presenti sarebbero necessari seimila euro, una spesa che attualmente non sostenibile attualmente da Palazzo Civico. L’opzione di costruire nuove aree per i nostri fedeli animali, d’altra parte, risulta essere ancora più onerosa: si va dai 25mila ai 30mila euro, ben oltre la possibilità economica disponibile.

Gli sponsor privati contribuiranno alla manutenzione ordinaria

Per risollevare la situazione, le spese delle aree cani di Torino saranno presto sostenute da alcuni sponsor privati. In seno alla commissione in Circoscrizione 2 di qualche giorno fa, l’assessore Francesco Tresso si è aperto a questa possibilità. Nessun nome all’orizzonte, ma dalle sue parole emerge che si tratti di aziende che operano nel settore della distribuzione di cibo per animali.

La scarsa possibilità di spesa attuale è una conseguenza del “Patto per Torino” firmato lo scorso aprile da Draghi, che ha portato all’impossibilità di non concedere mutui. Inoltre, l’utilizzo di quei fondi (circa 1,1 miliardi di euro), oltre ad essere dedicati ad altri lavori, sono da spendere entro il 2025.

Grazie agli sponsor privati, sarà possibile recuperare i fondi indispensabili per la manutenzione ordinaria delle aree cani di Torino. Il minimo per garantire un servizio efficiente per i cittadini e i loro amici animali.

Filippo Pio Monteverdi

Tag
150

Related Articles

150
Back to top button
Close