Territorio

Torino: al via la raccolta fondi per la statua di Goldrake del Mufant

2360
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Mufant di Torino fa partire una raccolta fondi per installare una statua di Goldrake, uno degli eroi giapponesi più amati, nel Parco del Fantastico.

Grande successo al Mufant di Torino anche per il Goldrake Fest

Per celebrare il lancio della raccolta fondi per l’istallazione della statua dell’eroe giapponese, il Mufant di Torino, tra il 9 e l’11 dicembre, ha organizzato il Goldrake Fest. La rassegna ha da subito avuto molto successo, premiato da un sostanziale incremento dei visitatori nei giorni dell’evento.

L’obiettivo è stato quello di dialogare con i più giovani attraverso un genere narrativo che è sempre più diffuso: quello degli anime e dei manga. In questo senso, Goldrake è il primo storico anime giunto in Italia, ed è perciò un simbolo del genere.

Goldrake arriva al Mufant: ecco il progetto per la statua del robottone

L’installazione sarà realizzata da Feruccio Capitani e certificata dall’ingegnere Pier Cesare Uras.

Il progetto prevede la realizzazione di una statua di otto metri in ferro corten, un acciaio finemente lavorato. Questo materiale è pensato per essere più resistente e sopportare meglio l’erosione e il passare del tempo.

Una volta completata, la statua verrà installata nel Parco del Fantastico di Torino assieme ad altri personaggi celebri come Sailor Moon, Lupo Mannaro e Frankenstein.

L’obiettivo è quello di far conoscere ai più giovani l’eroe che ha fatto impazzire le generazioni degli anni 70, permettendo anche a loro di innamorarsene.

Una statua come punto di incontro e rigenerazione urbana

I cofondatori del Mufant, Silvia Casolari e Davide Monopoli, sono i principali sostenitori della riqualificazione dell’area. Il loro progetto va oltre il solo museo, arrivando ad includere anche l’area di via Scialoja del quartiere Borgo Vittoria.

Questa statua, altissima e coloratissima, è stata pensata come simbolo di rigenerazione urbana e punto di incontro. L’obiettivo, è infatti farla diventare una calamita per i visitatori, che oltre a visitare il museo, sarebbero attratti anche in questa zona della città.

Per la realizzazione di Goldrake e stata lanciata una campagna di fondi sul sito del Mufat di Torino per una cifra di 13.900 euro. I dettagli del progetto, però, verranno condivisi solo dopo il raggiungimento dei primi 3.000 euro. Verranno inoltre messi in palio dei premi speciali, come visite al museo o il nome inciso sul robottone.

2360

Related Articles

2360
Back to top button
Close
Close