Cronaca di Torino

Università di Torino: arriva un corso di diritto privato degli animali

1195
Tempo di lettura: 2 minuti

All’Università degli Studi di Torino, per il Corso di laurea magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza, arriverà presto un insegnamento di diritto privato degli animali.

Il corso avanzato, che durerà 40 ore e il cui superamento frutterà agli studenti 6 CFU, sarà disponibile il IV e il V anno.

Qual è il rapporto tra legge e animali domestici?

Agli animali è dedicato un ampio spazio nel codice civile, nonostante le norme che li riguardano spesso sono obsolete. Principalmente, infatti, si limitano a regolare i danni causati dagli animali, considerandoli, per tutto il resto, come dei beni mobili. Questo significa che, per il codice civile, gli animali sono trattati come veri e propri oggetti, cose di proprietà dell’uomo.

L’unica grande differenza con gli oggetti è lo status di cose “vive” che, per ovvie ragioni, gli questi ultimi non possiedono. È da qui che nascono gli articoli, ancora presenti nel codice, che disciplinano gli spostamenti e le azioni degli animali.

Eredità di un mondo contadino, queste norme non considerano quanto ormai gli animali siano fondamentali per l’uomo. Oggi, anche se anche continuano ad avere un grande valore economico, sono infatti sempre più spesso considerati dei veri e propri compagni di vita.

Un corso di diritto privato degli animali per rispondere alle esigenze dei nostri amici a quattro zampe

È per affrontare queste ed altre problematiche che il Corso di laurea magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza dell’Università di Torino ha scelto di avviare un insegnamento in diritto privato degli animali.

La richiesta è arrivata dal professore Luciano Olivero e prevede l’istituzione di un corso da 6 CFU che avrà una durata complessiva di 40 ore. Gli studenti potranno inserirlo all’interno del loro piano carriera nel IV e V anno di studi.

L’obiettivo dell’insegnamento è quello di preparare i futuri giuristi ai nuovi problemi che derivano dalla “questione animale” e che si intrecciano con il diritto privato. Gli argomento spazieranno dal fatto illecito alla disciplina, dalla proprietà ai rapporti contrattuali per arrivare alle successioni.

La “questione animale”: un argomento sempre più attuale

Gli animali da compagnia e la centralità delle questioni che li riguardano si sono già incrociati con la legge e il diritto. Un esempio può essere la protezione degli animali in quanto “esseri senzienti” presente nel Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.

Anche in Italia si inizia ad agire per andare incontro alle esigenze moderne sulla “questione animale”. Un esempio è la recente riforma che ha introdotto, all’interno dell’Art. 9 della Costituzione la difesa degli animali e dell’ecosistema.

Nel nostro paese sono circa 60 milioni gli animali da compagnia, ovvero quasi tanti quanti gli italiani. In pratica, ogni famiglia, in media, ne possiede più di due.

Per la cura dei nostri animali da compagnia, spendiamo cifre che vanno dai 30 ai 300 euro al mese. Questo numero, negli anni, è progressivamente aumentato: tra il 2007 e il 2021, ad esempio, le spese per il cibo per animali sono più che raddoppiate. Nel calcolo rientrano anche le spese veterinarie, i giocattoli, gli accessori e i prodotti per la cura dell’animale.

Gli obiettivi del corso di diritto privato sugli animali dell’Università di Torino

Il professor Olivero afferma che il nuovo insegnamento proverà a dare una risposta alle problematiche che gli animali pongono dal punto di vista del diritto. Negli ultimi anni, infatti, si sono delineati diversi profili critici, che hanno portato alla luce l’assenza di regole ad hoc.

Tra i quesiti che si cercheranno di risolvere ci saranno, ad esempio, le questioni che riguardano le garanzie di chi acquista un animale malato. Si discuteranno anche le questioni legate alla proprietà dell’animale nel caso di scioglimento della famiglia, assieme a quelle che riguardano le disposizioni a favore di animali all’interno di un testamento.

Ciò che accomuna tutti i quesiti che ci porrà durante il corso è il problema della questione giuridica degli animali. Questa diventa ogni anno una questione sempre più complessa da affrontare, dal momento che la dicotomia tra cose e persone non sembra più così netta.

Asja D’Arcangelo

1195

Related Articles

1195
Back to top button
Close
Close