Enogastronomia

Guida Michelin 2023: 44 ristoranti stellati per il Piemonte

2659
Tempo di lettura: 2 minuti

Martedì 8 novembre è stata presentata la Guida Michelin 2023: in Piemonte, sono ben 44 i ristoranti ad aver ottenuto le prestigiose stelle.

Guida Michelin 2023: un simbolo di qualità gastronomica

Le stelle Michelin brillano anche in Piemonte: la famosa Guida Rossa 2023 (dedicata alla gastronomia) ha infatti premiato nella regione della Mole ben 44 locali.

Questo metro di valutazione, che la Guida assegna fin dal 1926, è diventato con gli anni sinonimo di qualità e raffinatezza.

I locali che ricevono 3 stelle, secondo la guida, sono considerati “imperdibili”, ovvero luoghi per i quali vale la pena mettersi in viaggio.

Con 2 stelle il ristorante viene ritenuto degno di una deviazione nel corso di un viaggio già programmato.

I ristoranti che ricevono una stella, invece, sono consigliati per coloro che sono già in quella località.

L’Italia si riconferma un’eccellenza nel mondo della gastronomia

La Guida Michelin anche quest’anno ricopre l’Italia di stelle: sono infatti ben 385 i ristoranti italiani a comparire sulla prestigiosa raccolta.

Il risultato segna un nuovo record per il nostro paese, che nel campo della gastronomia è sempre capace di distinguersi.

Sono ben 12 i ristoranti a 3 stelle presenti sul nostro territorio, 38 quelli con 2 stelle e 335 quelli che hanno ricevuto una stella.

Piemonte: ecco i ristoranti presenti sulla Guida Michelin 2023

In Piemonte sono ben 44 i ristoranti che hanno ricevuto delle stelle dalla Guida Michelin 2023.

Quest’anno, inoltre, nella nostra regione, i ristoranti tristellati sono ben due, numero che non era mai stato raggiunto da nessuna regione italiana prima.

Ristoranti con 3 stelle Michelin in Piemonte

A conquistare la terza stella c’è il ristorante guidato dallo Chef Cannavacciuolo Villa Crespi, a Orta San Giulio.

Solo 140 ristoranti in tutto il mondo possono vantarsi di questo riconoscimento, sinonimo di qualità ed unicità.

Incorniciato dallo splendido lago d’Orta, il locale, che si trova all’interno di una dimora storica in stile moresco, è il fiore all’occhiello del progetto Cannavacciuolo.

La prima stella gli era stata assegnata nel 2003, mentre la seconda era arrivata tre anni dopo, nel 2006.

Oggi, Sergio Lovrinovich, direttore Guida Michelin Italia, sottolinea l’amore che traspare dai piatti preparati dallo Chef Cannavacciuolo.

La sua tecnica, che si distingue grazie al suo equilibrio e precisione estetica, per l’ospite che si reca a Villa Crespi si traduce in emozioni pure.

Ad Alba, invece, conferma le sue tre stelle Piazza Duomo, che quest’anno è anche tra le 19 nuove stelle verdi.

Il riconoscimento viene assegnato ai ristoratori che si distinguono in materia di sostenibilità ed attenzione all’ambiente.

Ristoranti con 2 stelle Michelin in Piemonte

Tra i bistellati in Italia c’è la Locanda del Sant’Uffizio di Cioccaro di Penango, della quale il padrino è Enrico Bartolini.

Mantengono le loro stelle, l’Antica Corona Reale di Cervere e il ristorante Piccolo Lago di Fondotoce.

Ristoranti con una stella Michelin in Piemonte

Sono invece 39 i ristoranti ai quali è stata confermata o assegnata una stella.

Tra i nuovi locali del Piemonte inseriti nella Guida Michelin 2023, compare anche un ristorante di Sauze di Cesana, ovvero RistoranTino & C.

Una nuova stella che riconosce l’impegno dello Chef Martino Leone, a capo del locale.

A Torino rimane una certa delusione, dal momento che i favoriti per l’ottenimento della seconda stella si riconfermano con una stella sola. 

Stefano Quero, di Condividere, si aggiudica però il premio speciale Michelin Sommelier dell’anno.

Il giovane, maturato all’interno dell’ambiente dei locali di Torino, ha portato la sua leggerezza nel mescere vini nel prestigioso ristorante ad una stella di casa Lavazza.

Anche il Larossa, che si porta la sua stella da Alba, il Carignano, il cui Chef è ora Scabin, e il Del Cambio, guidato da Matteo Baronetto si mantengono sul risultato di una stella.

Ecco un elenco completo dei ristoranti ad una stella del Piemonte presenti sulla Guida Michelin 2023:

  • Acqui Terme – I Caffi
  • Alba – Locanda del Pilone
  • Alessandria – La Fermata
  • Caluso – Gardenia
  • Canale – All’Enoteca
  • Domodossola – Atelier
  • Guarene – La Madernassa
  • Isola d’Asti – Il Cascinalenuovo
  • La Morra – Damiano Nigro
  • La Morra – Massimo Camia
  • Monforte d’Alba – Borgo Sant’Anna
  • Monforte d’Alba – Fre
  • Novara – Cannavacciuolo Cafè & Bistrot
  • Novara – Tantris
  • Orta San Giulio – Andrea Monesi – Locanda di Orta
  • Pinerolo – Zappatori
  • Piobesi d’Alba – 21.9
  • Pollone – Il Patio
  • Priocca – Il Centro
  • San Maurizio Canavese – La Credenza
  • Santo Stefano Belbo – Il Ristorante di Guido da Costigliole
  • Sauze di Cesana – RistoranTino & C. N
  • Serralunga d’Alba – Guidoristorante
  • Soriso – Al Sorriso
  • Tigliole – Ca’ Vittoria
  • Torino – Andrea Larossa N
  • Torino – Cannavacciuolo Bistrot
  • Torino – Carignano
  • Torino – Casa Vicina
  • Torino – Condividere
  • Torino – Del Cambio
  • Torino – Magorabin
  • Torino – Piano 35
  • Torino – Spazio7
  • Torino – Unforgettable
  • Torino – Vintage 1997
  • Treiso – La Ciau del Tornavento
  • Venaria Reale – Dolce Stil Novo alla Reggia
  • Vernante – Nazionale

Asja D’Arcangelo

2659

Related Articles

2659
Back to top button
Close
Close