Cronaca di Torino

Politecnico di Torino: nuovo record di iscritti per l’ateneo

950
Tempo di lettura: 2 minuti

La quota di studenti che quest’anno hanno tentato di superare il test d’ingresso per frequentare il Politecnico di Torino ha raggiunto i 16.200 iscritti.

Un record per l’ateneo torinese che, rispetto all’anno scorso, ha visto crescere il numero delle aspiranti matricole del 10%.

Ecco i corsi che sono cresciuti di più al Politecnico di Torino

Tra i corsi che hanno attirato un grande numero di matricole presso l’ateneo torinese, non si può non citare Architettura.

Questo prestigioso corso di laurea, infatti, ha visto un aumento delle domande di iscrizione del 50%.

Il corso che però ha registrato la crescita maggiore è Ingegneria Informatica, che ha visto un aumento del 70% delle iscrizioni degli studenti.

Crescono le domande anche per settori tipici del territorio come Ingegneria Aerospaziale e dell’Autoveicolo, che crescono entrambi del 30%.

Tra le facoltà che sono cresciute in questo anno c’è anche Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Paesaggistico-Ambientale, un corso di laurea che punta al green, che cresce del 35%.

Nel 2022 tornano gli studenti stranieri al Politecnico

Le cifre che si sono registrate quest’anno confortano soprattutto da una punto di vista geografico.

Gli stranieri che quest’anno hanno deciso di provare ad entrare al Politecnico, infatti, è tornata ai livelli pre-Covid.

Le aspiranti matricole provenienti dall’estero, sono quest’anno 4.600, ovvero il 60% del totale.

Se si guardano i dati registrati lo scorso anno si può notare che solo 2.700 di coloro che avevano effettuato la domanda erano stranieri.

La causa di un numero così basso è da ricercarsi negli strascichi della pandemia, che lo scorso anno ha reso più incerta l’opzione di muoversi all’estero, anche per studiare.

Tra i paesi dai quali arriva il maggior numero di studenti, ci sono quelli che da sempre hanno una relazione stretta con l’ateneo, ovvero Turchia, Iran, Libano, India e Cina.

Il corso che attira il maggior numero di stranieri, è senza dubbio Ingegneria Informatica.

Sono 1.400 gli studenti provenienti dall’estero ad aver presentato domanda per frequentare questo particolare corso di laurea, mentre gli italiani erano solo 1.200.

Un vero risultato da record per il Politecnico di Torino, che non aveva mai registrato un numero così alto di stranieri iscritti ad un corso.

Degli studenti provenienti da altre parti d’Italia, invece, la maggior parte provengono da Sicilia, Puglia, Liguria, Lazio e Lombardia.

In particolare, gli studenti provenienti dalla Lombardia sono in crescita già dallo scorso anno.

Il trend che sottolinea la voglia delle famiglie di far studiare i ragazzi in un ambiente rinomato ma, al tempo stesso, meno dispendioso di Milano.

Ecco i posti disponibili per gli iscritti al Politecnico di Torino

I posti disponibili per i corsi di Ingegneria, che le aspiranti matricole si contenderanno attraverso un test d’ingresso, saranno 4.762.

Per la facoltà di Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Paesaggistico-Ambientale, invece, i posti sono solamente 85.

La facoltà di Design e Comunicazione, invece, mette a disposizione ben 250 posti.

Per quanto riguarda Architettura, invece, i 500 posti disponibili sono già stati assegnati tramite il test d’ingresso che si è svolto il 26 luglio.

Nonostante il Politecnico attiri ogni anno numerosissimi iscritti, infatti, solo un numero limitato di studenti arriva ogni anno a frequentare i corsi di laurea dell’ateneo.

Lo studio dei dati di chi vuole tentare l’immatricolazione forniscono solo un’idea generale dell’appeal dell’ateneo.

Per entrare a far parte del corpo studenti, infatti, le aspiranti matricole devono scavalcare l’ostacolo del numero chiuso.

Ogni anno i risultati del test d’ingresso lasciano fuori dal Politecnico molti più studenti di quelli che riescono effettivamente ad entrare.

Asja D’Arcangelo

950

Related Articles

950
Back to top button
Close
Close