Animali

Piemonte: un’ordinanza apre la caccia al cinghiale anche di notte

1733
Tempo di lettura: < 1 minuto

Da mercoledì 31 agosto, in Piemonte, per i cacciatori dotati di visore notturno o strumenti simili sarà aperta la caccia al cinghiale anche durante le ore notturne.

È quello che stabilisce un’ordinanza emanata dalla Regione e firmata dal vicepresidente Fabio Carosso.

All’interno dell’ordinanza, sono elencate una serie di misure necessarie per diminuire la presenza dei cinghiali sul nostro territorio.

Numerosi i danni causati dai cinghiali a agricoltori e allevatori sul territorio

L’aumento spropositato dei cinghiali, sta causando da mesi problemi ai contadini e agli allevatori della nostra regione.

Le mandrie di bovini non riescono a pascolare nei terreni danneggiati dal passaggio di questi animali, che rivoltano le zolle di terra non lasciando neanche un filo d’erba.

Anche le coltivazioni vengono colpite: qui, i cinghiali rovinano i raccolti, mangiando pannocchie e sradicando dal terreno semi e tuberi.

Nell’ultima dozzina d’anni, il numero di questi animali è raddoppiato, arrivando a diventare un vero e proprio problema.

Per questo motivo, la Regione Piemonte, ha deciso di intervenire, emanando un’ordinanza proprio per contenere il numero di cinghiali presenti sul territorio.

In Piemonte la la caccia al cinghiale è aperta anche di notte

I cacciatori che vorranno cimentarsi nella caccia al cinghiale in Piemonte, potranno chiedere l’autorizzazione all’ente di gestione della zona in cui ci si vorrà recare.

L’ente procederà a rilasciare l’autorizzazione entro 48 ore dalla richiesta, senza ulteriori oneri economici.

I cacciatori potranno posizionare appostamenti temporanei e altane informando l’ente di gestione, sempre in posizioni non inferiori a 50 metri dal confine dell’area protetta.

Sempre nell’ordinanza si legge che la Regione dovrà stilare un elenco grazie al quale proprietari e conduttori di fondi potranno richiedere un intervento di contenimento dei cinghiali a figure specializzate.

Nella lista dovranno essere presenti tutti i cacciatori, i proprietari e i conduttori di fondi forniti di licenza e porto di fucile per la caccia appositamente formati e le guardie venatorie volontarie che si vorranno prestare al servizio.

Asja D’Arcangelo

1733

Related Articles

1733
Back to top button
Close
Close