Animali

Piemonte, mucche muoiono per l’erba velenosa, nuovo caso a Cuneo

1253
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte le mucche muoiono a causa dell’erba velenosa per la siccità.

La nostra regione sta attraversando un periodo piuttosto complicato dal punto di vista meteorologico. La mancanza di precipitazioni rende il clima secco, con inevitabili conseguenze negative sulla vita dei piemontesi.

Non si tratta soltanto di un’emergenza idrica senza precedenti, ma di un vero e proprio danno ambientale per raccolti e tutto ciò che gravita attorno al mondo agricolo. Ne è esempio l’erba, che sta partendo in maniera piuttosto evidente questa mancanza di fenomeni meteorologici e questo innalzamento continuo delle temperature.

La siccità sta portando l’erba a produrre in maniera eccessiva la durrina. Questa sostanza tossica, prodotta in quantità esagerata (dieci volte superiore alla media), porta le piante e l’erba a essere molto pericolose. Ne è esempio la moria di cinquanta mucche a Sommariva del Bosco, che ha letteralmente messo in ginocchio un’intera azienda agricola.

In Piemonte le mucche muoiono per l’erba velenosa per la siccità: altro caso a Savigliano

Nelle stesse modalità in cui è avvenuto il decesso dei cinquanta bovini a Sommariva del Bosco, sono morte altre sei mucche a Savigliano, in provincia di Cuneo. La dinamica pare essere esattamente la stessa e le cause potrebbero essere uguali.

Le rilevazioni sull’erba dell’Istituto Zooprofilattico di Cuneo saranno confrontate con quelle dei campioni di Sommariva del Bosco. Ci si potrebbe trovare di fronte a una concreta emergenza da avvelenamento dei manti erbosi, viste le similitudini. In tal caso, gli elementi nutritivi degli animali potrebbero rappresentare la prima fonte di pericolo per la loro salute.

1253

Related Articles

1253
Back to top button
Close
Close