Innovazione

Orbassano: presentati i nuovi taxi multifunzione

785
Tempo di lettura: 2 minuti

Sono stati presentati ad Orbassano dei nuovi veicoli multifunzione, i “Taxi Cab”.

Queste vetture saranno dotate di intelligenza artificiale, di un design futurista e saranno ad alimentazione elettrica.

I “Taxi Cab” rappresentano un nuovo concetto di mobilità urbana.

L’idea è nata nell’officina della storica carrozzeria Coggiola di Orbassano, recentemente acquistata da Etioca.

L’azienda, che ha sede a Gibilterra, ha come mission quella di elevare il futuro del pianeta, creando prodotti in grado di “ricaricare” la natura e la cultura.

Le nuove vetture sono la conclusione di cinque anni di analisi delle esigenze del settore dei taxi e studi sulle tendenze della mobilità in città.

L’Italia è stata coinvolta nel progetto attraverso la realizzazione della piattaforma “Anna”, che è stata creata con un’architettura modulare, che permette diverse configurazioni dei veicoli.

Nei prossimi cinque anni, circa 120 figure tra cui designer, tecnici e progettisti saranno impegnate a lavorare nella sede di Orbassano.

Nel sud Italia, invece, sarà avviato uno stabilimento pilota, nel quale verranno assunti oltre 800 dipendenti, molti dei quali saranno operai specializzati.

In futuro, la piattaforma “Anna” permetterà lo sviluppo di veicoli slacciati dal settore dei taxi.

Sono infatti previsti studi per veicoli da lavoro, ambulanze e nell’abito della sicurezza.

Taxi Cab: le caratteristiche del nuovo veicolo multifunzione

Etioica ha brevettato il suo nuovo modello di taxi multifunzione a livello globale.

Sarà dato in uso a conducenti dotati di licenza che non dovranno acquistare il veicolo, ma pagare solo il chilometraggio percorso.

Il veicolo disporrà di sette posti, ai quali si aggiunge un ulteriore spazio per disabili, dotato di rampa automatica.

Al conducente verrà garantita sicurezza e protezione da una cabina isolata dai posti dei passeggeri.

Etioca si sta concentrando sull’integrare l’assistenza alla guida autonoma, in modo da soddisfare le normative di omologazione 2025.

Per quanto riguarda le operazioni di pulizia e la ricarica del veicolo, esse avverranno in stazioni di lavaggio e ricarica dedicate.

Inoltre, grazie al “Battery Swap”, si potrà cambiare in modo rapido la batteria del “Taxi Cab”.

Sulla vettura saranno presenti dei pannelli pubblicitari dinamici a Led sui fianchi e sul tettuccio, che garantiranno maggiori ricavi.

Intelligenza artificiale e economia circolare: come funzioneranno i taxi del futuro

I passeggeri saranno in grado di prenotarsi tramite un’app, che sarà utilizzabile sia per gli spostamenti ad ampio raggio, sia per quelli di breve distanza.

L’intelligenza artificiale, dopo aver ricevuto una chiamata, si occuperà di avvisare solo i taxi più vicini, in modo da risparmiare sia tempo che chilometri.

Tutte le transazioni di denaro, compresi i pagamenti e i compensi del guidatore, saranno effettuate su una piattaforma specifica.

Questo per garantire la creazione di un’economia circolare e garantire la trasparenza delle operazioni.

Tutto ciò sarà possibile grazie al coinvolgimento, in ogni area di business, dei migliori partner.

Il progetto prevede un investimento iniziale di 400 milioni di dollari, che raggiungeranno i 1,2 miliardi in tre anni.

Entro il 2024 è prevista l’entrata in circolazione dei primi 10 mila modelli, che saranno diffusi in tutto il modo.

Asja D’Arcangelo

785

Related Articles

785
Back to top button
Close
Close