Articoli HPSanità

Torino: una raccolta fondi per Leo, un bimbo affetto da una malattia rara e un tumore

858
Tempo di lettura: 2 minuti

Apre una raccolta fondi per Leo, un bimbo di 4 anni che con coraggio affronta a testa alta una malattia genetica rara.

I fondi raccolti dalla campagna saranno destinati alla ricerca: l’obiettivo è far assumere un medico genetista al Regina Margherita di Torino

La storia del piccolo Leo

La malattia contro cui lotta ogni giorno il piccolo Leonardo Bannò si chiama Beckwith-Wiedemann (BWS).

Questa sindrome è una malattia rara da iperaccrescimento, che, tra gli altri sintomi, aumenta anche il rischio di tumori pediatrici a carico degli organi interni.

È stato circa un anno fa, quando Leo aveva appena 3 anni, che i medici hanno comunicato ai suoi genitori, Sara e Alessio, una nuova diagnosi.

Il piccolo, purtroppo, aveva sviluppato un carcinoma surrenalico, ovvero un tumore del surrene altamente aggressivo e maligno.

Dopo poco, il piccolo Leo viene operato.

Anche se si potrebbe pensare che il calvario di Leonardo sia finito, la lotta del piccolo guerriero continua invece per molto tempo.

Si susseguono infatti le riabilitazioni post-operatorie, assieme a sei cicli di chemioterapie.

Leo deve prendere tutti i giorni dieci farmaci diversi ed essere monitorato giornalmente all’ospedale, dove viene anche ricoverato.

Una raccolta fondi per Leo: i dettagli

La situazione clinica di Leo è unica e molto rara nella letteratura dell’oncologia: i medici, infatti, non ancora pronunciarsi su come finirà questa battaglia.

È per questo che sua cugina, spinta dalla forza e dal coraggio di Leo, ha deciso da poco di aprire una raccolta fondi su GoFundMe.

Il suo obiettivo è quello di aiutare la ricerca, senza la quale il piccolo Leo probabilmente non sarebbe riuscito a superare le difficoltà che ha incontrato.

Il ricavato sarà gestito da mamma Sara e servirà per aiutare l’Associazione Italiana Sindrome di Beckwith-Wiedemann ODV (AIBWS – Onlus).

L’AIBWS aiuta i bimbi affetti da questa malattia rara e favorisce il confronto ed il sostegno tra le famiglie.

Al momento, l’associazione si sta occupando di sostenere un progetto per il Regina Margherita della città della salute di Torino.

La volontà è quello di riuscire a far assumere presso la pediatria dell’ospedale di un medico genetista, che possa aiutare i bambini che ne abbiano bisogno.

La solidarietà e la commozione per la storia di questo piccolo guerriero non è tardata: sono già quasi 1.900 gli euro che sono stati donati.

La campagna per sostenere Leo e l’AIBWS, “Leo e la battaglia contro i dinosauri” si può trovare qui.

Asja D’Arcangelo

858

Related Articles

858
Back to top button
Close
Close