Territorio

Torino: il 90% dei laureati magistrali al Politecnico trova lavoro

869
Tempo di lettura: 2 minuti

Al Politecnico di Torino, sono circa il 90% i laureati magistrali a trovare un lavoro entro un anno dalla discussione della tesi.

Inoltre, rispetto alla media degli altri atenei italiani, la retribuzione ricevuta è superiore.

Lo conferma AlmaLaurea, che ha effettuato uno studio su profilo e condizione occupazionale dei laureati italiani, coinvolgendo oltre 8.542 studenti del Politecnico.

Politecnico di Torino: salgono i valori dell’occupazione tra i laureati

La parte che si riferisce ai laureati magistrali ad un anno dalla laurea è quello che più salta all’occhio nell’analisi.

Il numero di studenti a trovare occupazione in questo lasso di tempo continua a crescere rispetto agli anni precedenti.

Valori che sono in controtendenza rispetto a quelli registrati a livello nazionale.

Infatti, ad essere occupato è l’89,5% dei laureati al Politecnico di Torino, mentre sono solo il 74,6% quelli a trovare un lavoro in Italia.

Se si contano i soli laureati in ingegneria, il dato relativo a chi trova un impiego entro l’anno dalla laurea sale al 90,5%.

A livello nazionale, invece, si è registrata una media dell’82,8% di occupati laureati in quest’ambito.

Per quanto riguarda l’occupamento entro i 5 anni dalla discussione della tesi, la percentuale registrata dai laureati del Politecnico torinese sale ancora.

Sono infatti il 92,9% degli studenti a trovare un impiego, a fronte dell’88,5% di media nazionale.

Stipendi: i laureati al Politecnico percepiscono anche salari più alti

Anche i dati sulla retribuzione mensile sono molto interessanti.

La media degli stipendi percepiti dai laureati magistrali del Politecnico si aggira attorno ai 1.599 euro netti ad un anno dal titolo.

Ancora, a cinque anni dalla laurea la cifra sale, arrivando attorno ad una media del 1.872 euro netti.

La media nazionale, invece, registra stipendi di 1.407 euro ad un anno dalla discussione della tesi e di 1.635 euro a cinque anni.

Se si guardano i dati riguardanti i laureati triennali, sono l’87,4% coloro che continuano gli studi, rinviando il loro ingresso nel mondo del lavoro.

Tra coloro che decidono di non proseguire gli studi, comunque, sono il 76,7% a trovare lavoro, quando a livello nazionale solo il 74,5% ci riesce.

Valori incoraggianti anche per l’Università di Torino

La percentuale degli studenti laureati a trovare lavoro aumenta anche per l’Università di Torino.

Nello studio di AlmaLaurea, infatti, sono stati coinvolti anche 25.825 studenti di Unito.

Qui, i laureati magistrali ad un anno dalla laurea che trovano occupazione sono il 75,4%, mentre nel 2021 erano il 72,1%.

Tra loro, quelli che trovano un impiego a tempo indeterminato sono il 24,4%, mentre nel 2021 erano solo il 17,7%.

Asja D’Arcangelo

Tag
869

Related Articles

869
Back to top button
Close
Close