Articoli HPUrbanistica

A Torino si accendono tre nuovi T-Red: ecco i nuovi incroci controllati dalle telecamere

3318
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino arrivano tre nuovi T-Red.

Nel capoluogo piemontese sale il numero degli incroci controllati dalle telecamere, che passa dagli attuali otto a un totale di undici. Si tratta dell’ultimo intervento di ampliamento della rete dei semafori con i controlli, che nell’arco degli ultimi tre anni, tra il 2019 e il 2022, ha portato per le strade torinesi gli occhi elettronici un po’ ovunque.

Nello specifico, i nuovi incroci interessati da queste installazioni saranno quelli tra corso Vittorio Emanuele II e corso Vinzaglio, piazza Pitagora e corso Orbassano e corso Turati e corso Unione Sovietica. Si vanno ad aggiungere a quelli già attivi di corso Potenza-corso Lecce-corso Regina, corso Peschiera-corso Trapani, corso Novara-corso Vercelli, corso Lecce e corso Appio Claudio, via Pianezza e corso Potenza, corso Agnelli e corso Tazzoli e corso Corsica e corso Giambone, tra corso Vittorio Emanuele II e corso Duca degli Abruzzi e tra corso Siracusa e via Tirreno. 

Gli effetti a Torino dei nuovi T Red

Stando ai dati raccolti dalla polizia locale, a Torino i nuovi T-Red hanno gradualmente portato miglioramenti tangibili in termini di sicurezza. Il numero degli incidenti tra il 2019 al 2021 è sensibilmente calato, scendendo da circa 4mila e 700 a poco più di 4mila e 300. Il discorso, in maniera più ampia, è valido anche per gli incidenti gravi che hanno causato morti, i quali sono stati quasi dimezzati nello stesso periodo, da 27 a 17.

L’effetto deterrente di questi semafori è innegabile, in quanto il loro superamento con il rosso comporta la perdita di 6 punti della patente e una sanzione di 167 euro. Il solo superamento della linea bianca d’arresto fa scattare una multa da 42 euro, accompagnata da una sanzione di due punti sulla patente. 

Si tratta di un metodo ovviamente migliorabile, soprattutto se si pensa alle multe erogate anche ai mezzi di soccorso, quando il sistema di controllo dei vigili era andato in tilt. In ogni caso, è fuori dubbio l’utilità di questa iniziativa, al di là degli innegabili vantaggi economici per le casse comunali. Queste ultime hanno beneficiato di entrate extra piuttosto consistenti, visti i tantissimi verbali staccati nel corso di questi anni.

3318

Related Articles

3318
Back to top button
Close
Close