Articoli HPTerritorio

Boom di domande di trasferimento dalle città ai borghi del Piemonte, 10 milioni di euro per i richiedenti

1187
Tempo di lettura: < 1 minuto

È stato registrato un vero e proprio boom di domande di trasferimento nei borghi del Piemonte.

L’iniziativa, portata avanti in diverse regioni d‘Italia e anche dalla nostra regione, ha riscosso un successo senza precedenti, viste le centinaia di domande pervenute agli uffici dedicati per poter beneficiare di questo progetto.

Questa proposta, pubblicizzata con lo slogan “La montagna del Piemonte ti offre una nuova vita”, è stata letteralmente presa d’assalto da cittadini residenti in Piemonte e non. Nello specifico, al 15 dicembre 2021, data di chiusura del bando, erano state più di 570 le richieste inoltrate. Quelle che ad oggi hanno trovato accoglimento sono state invece poco più di 300.

Per questa campagna erano stati stanziati 10 milioni di euro di incentivi, da destinare ai beneficiari. Questi ultimi avrebbero potuto avere a disposizione un contributo singolo di una cifra compresa tra i 10mila e i 40mila euro a testa. Una somma interessante, che ha spinto diversi curiosi ad approfittare di questa occasione.

Distribuzione delle domande di trasferimento nei borghi del Piemonte: età e città dei richiedenti

Dai dati raccolti dalla regione emerge come la distribuzione delle domande sia stata piuttosto omogenea tra le varie province. Di queste, 116 domande sono arrivate da Torino, 79 Cuneo e 42 da Biella. A seguire, ne sono state registrate 25 da Alessandria, 21 da Verbania Cusio Ossola, 11 da Vercelli, 5 da Novara e 3 da Asti.

A ciò si deve aggiungere anche una forte affluenza di domande anche da altre regioni italiane. Ci sono state svariate richieste da regioni vicine come Lombardia, Liguria, Emilia Romagna e Toscana, ma anche da alcune più lontane. Ne sono esempio le adesioni giunte da Lazio, Abruzzo, Marche, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Anche l’età dei richiedenti fa ben sperare gli amministratori delle cittadine coinvolte. Basti pensare che oltre 160 domande sono state accettate a cittadini nati tra il 1980 ed il 1989 e più di 70 sono state approvate a residenti nati tra il 1990 ed il 1999. Insomma, uno spostamento di giovani, per ridare vita a luoghi bellissimi che rischiano lo spopolamento.

Tutti i dettagli sul bando e sugli esiti sono disponibili su sul Bollettino Ufficiale della Regione https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/residenzialita-montagna#. Qui è possibile visionare tutte le informazioni su questa interessante iniziativa.

1187

Related Articles

1187
Back to top button
Close
Close