Articoli HPTerritorio

Torino, parte in ritardo la lotta alle zanzare da 80 mila euro

502
Tempo di lettura: < 1 minuto

Per limitare il moltiplicarsi delle zanzare, il Comune di Torino e la Regione Piemonte hanno investito 80 mila euro per gli interventi di disinfestazione.

80 mila euro per eliminare le zanzare a Torino

Anche quest’anno tornano gli insetti molesti che, nonostante la poca pioggia degli ultimi mesi, sono aumentate a causa del recente innalzamento delle temperature.

Le operazioni previste mirano a distruggere le larve dei fastidiosi insetti grazie ad un batterio, in modo da limitarne la proliferazione sul territorio.

Ad occuparsi del progetto di lotta contro le zanzare fin dal 2007 per conto della Regione è l’Ipla (Istituto per le piante da legno e l’ambiente).

Il responsabile territoriale dell’Ipla, Igor Boni, sottolinea la potenziale pericolosità di questi insetti che, oltre al fastidio causato dalle loro punture, sono anche vettori di malattie.

Quest’anno, le operazioni sono partite un po’ in ritardo, anche se sembra che la delibera di affidamento sia già stata approvata dalla Regione.

Infatti, è lo stesso Boni ad assicurare che, entro una settimana, gli interventi di lotta alle zanzare saranno già avviati.

Francesco Tresso, assessore al Decentramento, assicura che nei prossimi anni ritardi del genere saranno scongiurati.

Presto sarà infatti avviato un progetto regionale triennale che permetterà di intervenire immediatamente.

I dettagli delle operazioni della disinfestazione

La maggior parte delle operazioni riguarderanno interventi sulle larve delle zanzare, che verranno eliminate da un batterio.

Il responsabile del progetto su Torino per l’Ipla, Paolo Roberto, spiega che questa decisione è stata presa per orientarsi verso l’utilizzo di prodotti biologici.

In passato, invece, per l’eliminazione delle zanzare si utilizzava una molecola chimica.

Il primo step delle operazioni sarà quello del monitoraggio.

Infatti, per le fasi successive degli interventi è importante capire quanti insetti ci siano sul territorio e di quali specie essi siano.

Solo in seguito si procederà al trattamento larvicida, distinto tra città e campagna per poi passare all’uccisione delle zanzare nella loro fase adulta.

Gli interventi si concentreranno sulle aree più infestate e non potranno essere fatti in tutte le zone della città.

Se ci fossero più finanziamenti si potrebbe agire in maniera più completa sul territorio, ma per ora sono solo tre i tecnici impiegati sul campo in tutta Torino.

502

Related Articles

502
Back to top button
Close
Close