Territorio

Torino, il Caselle Open Mall non si farà: arriva il passo indietro ufficiale

7210
Tempo di lettura: < 1 minuto

Un progetto avveniristico, annunciato anni fa come uno dei più grandi centri commerciali di Italia, ma ora la conferma che il Caselle Open Mall non si farà.

Un polo commerciale dagli ampi spazi, che nel progetto originario doveva sorgere nei pressi dell’aeroporto. A fine 2019 erano stati addirittura annunciati gli inizi dei lavori nel 2020, ma poi la pandemia ha bloccato tutto.

Un’iniziativa che doveva vedere al suo interno ben 200 negozi, con una grandissima area eco sostenibile, in linea con le esigenze del territorio.

Il Caselle Open Mall non si farà: i dettagli

Anni di progetti e idee, ma adesso la Aedes Siiq, società promotrice dello shopville, ha annunciato al Comune di non voler proseguire nell’opera.

Una galleria commerciale che stando ai progetti del 2019 doveva vedere la luce a inizio 2023, ma che complice la pandemia non aprirà mai.

Il 6 maggio, la lettera recapitata a Palazzo di Città parlava di una attesa della ridefinizione dell’opera. I rumors parlano di una conversione del progetto da centro commerciale a centro logistico, sempre diretto da Aedes Siiq.

Una notizia, questa confermata dal sindaco di Caselle, Luca Barocco, che parla di congelamento dell’opera e un possibile nuovo utilizzo.

Una diatriba che andava avanti da ben diciotto anni, e che adesso vede il suo epilogo più triste.

7210

Related Articles

7210
Back to top button
Close
Close