Articoli HPTerritorio

Piemonte, pronto un fondo per chi accoglie i profughi ucraini

548
Tempo di lettura: < 1 minuto

Lo scoppio del conflitto in russo-ucraino ha portato alla creazione di diversi profughi ucraini, e il Piemonte ha aperto le proprie porte a questi rifugiati.

Per questo potrebbe arrivare un sostegno per i privati cittadini che ospitano famiglie in fuga dalla guerra.

Le prime stime hanno ipotizzato l’arrivo in Piemonte di oltre 70 mila rifugiati di guerra. I numeri ufficiali della scorsa settimana hanno contato oltre 7 mila profughi provenienti dall’est Europa, numero cresciuto di oltre mille unità in una settimana. Oltre il 90% degli ucraini è ospitato in case di privati cittadini, mentre il restante 10% in strutture regionali.

Al momento la regione sabauda ospita il 9% dei profughi di guerra.

Il Piemonte prepara un fondo per chi aiuta i profughi ucraini: i dettagli

La Regione Piemonte è pronta a varare un fondo per dare sostegno a chi accoglie coloro che scappano dal conflitto nell’est Europa. Alberto Cirio, governatore piemontese, lo ha annunciato al termine del tavolo di coordinamento regionale per l’emergenza in Ucraina. Un incontro che ha visto tra i presenti anche Fabrizio Curcio, capo del dipartimento della Protezione Civile.

Il Piemonte, al momento ospita 8400 rifugiati, il 9% di tutti i profughi giunti in Italia dallo scoppio del conflitto. Una mossa arrivata dopo l’iniziativa del Governo di aiutare direttamente i profughi ma non le famiglie ospitanti.

548

Related Articles

548
Back to top button
Close
Close