Articoli HPTerritorio

Torino, dal primo aprile stop ai dehors gratuiti: il suolo pubblico torna a pagamento

342
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo mesi di suolo pubblico gratuito per gli esercenti di Torino, l’ultima delibera del comune sancisce la fine dei dehors gratuiti dal primo aprile.

Un provvedimento che inoltre permise ai ristoratori di raddoppiare lo spazio occupabile, con buona pace di automobilisti privati di parcheggio e pedoni sulle piazze.

L’iniziativa fu presa dal Comune di Torino per supportare il settore ristorativo, gravemente colpito dalle restrizioni governative per contenere la pandemia legata al Covid 19.

Per mesi questo provvedimento ha abbattuto i costi di gestione di bar e ristoranti, ma la fine dello stato d’emergenza pone fine anche a questa agevolazione.

Il Comune di Torino delibera la fine dei dehors gratuiti: i dettagli

Il primo aprile bar e ristoranti della Città della Mole dovranno tornare a pagare il suole pubblico.

La notizia non è uno sgradito Pesce d’Aprile, ma la nuova delibera varata dal consiglio comunale della Città di Torino.

Paolo Chiavarino, assessore comunale ha firmato la delibera della giunta con le nuove direttive sull’occupazione del suolo pubblico.

L’unica deroga è per le pedane di emergenza, gratuite fino al 31 maggio (quest’ultimo giorno compreso nell’esenzione dei tributi).

Il nuovo piano vuole sfruttare la presumibile crescita di turisti che il 2022 dovrebbe portare in Piemonte, anche grazie agli eventi. Infatti maggio vedrà approdare sotto la Mole alcuni dei migliori musicisti europei grazie all’Eurovision Song Contest.

Per snellire le formalità il Governo ha lanciato il portale Impresa in un Giorno, che il Comune di Torino adotterà per richiedere dehors ordinari.

Deroghe, fino a fine anno, per chi ha una concessione quinquennale. Inoltre il Comune vuole porre modifiche al regolamento comunale 388.

La novità maggiore è la Distanza dai semafori mai sotto i dieci metri (5 negli incroci).

342

Related Articles

342
Back to top button
Close
Close