Articoli HPTerritorio

Torino, bollette salate: da oggi taglio delle temperature in asili e centri anziani

1315
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino il taglio delle temperature arriva oggi in asili e centri anziani.. La richiesta arriva direttamente dal sindaco della città Stefano Lo Russo. Previsti due gradi in meno negli uffici, uno in meno nei centri per gli anziani e negli asili.

Si tratta di un modo per risparmiare, per ridurre il caro bolletta per il Comune. Un secondo aumento dopo quello di inizio anno.

Per quanto riguarda l’anno in corso, il caro bolletta vale ben 15 milioni di euro in più di spesa per la corrente e il gas.

Ora toccherà anche agli uffici prender parte all’iniziativa del Comune e abbassare le temperature.

Tra le aziende più colpite c’è il Gruppo Torinese Trasporti (Gtt).

L’azienda di trasporti pubblica può adottare sempre gli stessi accorgimenti: piede leggero sul pedale, velocità ridotte. Sono le uniche soluzioni di fronte a tale problema, in quanto essendo la Gtt un servizio pubblico non può aumentare il prezzo del biglietto. Se prima si spendeva 1 milione di euro al mese per l’energia elettrica, ora l’azienda di Corso Turati ne spende il doppio. E non sono solo gli uffici o i depositi i luoghi in cui la luce viene tenuta accesa, ma anche in metropolitana, nelle linee tram e sui bus elettrici.

Al via oggi il taglio delle temperature negli asili e centri anziani di Torino: i dettagli

L’elettricità è accompagnata dal problema del gas per il riscaldamento. Prima si spendeva 1,4 milioni di euro al mese, adesso anche questa cifra è raddoppiata. Anche abbassando i gradi, il risparmio è minimo.

Di tagliare le corse non se ne parla. Gtt non verrebbe pagata per il servizio non svolto. I vertici di Corso Turati sperano che con il caro carburante il numero di utenti possa aumentare nei prossimi mesi.

Con la benzina a circa 2,30 euro al litro, qualcuno potrebbe decidere di convertirsi al trasporto pubblico per risparmiare.

1315

Related Articles

1315
Back to top button
Close
Close