Articoli HPEventi

Torino, a luglio il raduno internazionale dei Fridays for Future

1576
Tempo di lettura: < 1 minuto

A luglio Torino diventerà la capitale dei Fridays for Future ospitando il meeting internazionale rimandato già da due anni.

La pandemia aveva bloccato tutto, ma ora arriva l’ufficialità.

Il capoluogo piemontese a luglio ospiterà oltre 500 giovani e persone di rilievo nella lotta al cambiamento climatico provenienti da tutta Europa.

Sarebbe dovuto essere un raduno mondiale, ma diverse aree del Mondo stanno ancora lottando col Covid-19.

Si è deciso così di restringere il raggio all’Europa, ma comunque la manifestazione si terrà dal 25 al 29 luglio, culminando con lo sciopero e la manifestazione per il clima.

Attivisti, amministrazione cittadina e mondo accademico stanno già lavorando per definire tutti i dettagli.

L’idea principale sarebbe quella di organizzare la parte diurna del raduno al Campus Einaudi

 Incontri focalizzati sul futuro del movimento e le modalità di lotta al mattino e eventi aperti alla cittadinanza con personaggi di spicco ed esperti ambientali al pomeriggio.

A Torino sono infatti attese grandi personalità del mondo ambientale, come professori universitari e membri del Cnr.

Ovviamente non mancherà la leader del movimento, Greta Thunberg, che ha già dato la sua disponibilità per essere a Torino.

La raggiungerà forse anche Naomi Klein, grande giornalista e attivista ambientale famosa in tutto il mondo, per cui i giovani stanno trattando la partecipazione.

A luglio Torino sarà la capitale del Fridays for Future: tutti i dettagli

Rimane però il problema della logistica del grande evento, con al momento due soluzioni disponibili.

La prima è che i ragazzi stranieri che raggiungono Torino vengano ospitati dai loro coetanei torinesi. La seconda, allestire un grande campeggio organizzato in uno dei parchi cittadini

Per questo motivo è in corso un dialogo tra l’assessore ai Grandi Eventi del Comune, Mimmo Carretta, e Sara Diena, nel duplice ruolo di consigliera comunale di Sinistra Ecologica e attivista stessa del movimento.

In vista del grande raduno è anche partito un bando. L’obiettivo è raccogliere almeno 50 mila euro per finanziare il viaggio alle 500 persone che arriveranno da tutta Europa.

Intanto Torino, mentre aspetta di diventare la capitale del Fridays for Future, assieme al resto del Mondo il 25 marzo ospiterà lo sciopero e la manifestazione per il clima.

1576

Related Articles

1576
Back to top button
Close
Close