Articoli HPTrasporti

Torino, arrivato da Napoli il primo dei 70 nuovi tram della Hitachi Rail

1697
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino, è finalmente arrivato il primo tram Hitachi Rail. Il Gruppo Torinese Trasporti (GTT) annuncia su Facebook tramite un post l’arrivo del nuovo mezzo.

Anche Chiara Appendino, ex sindaca della città di Torino, riporta la notizia sui suoi profili social, proprio come fece in sede di presentazione dei mezzi.

Si tratta di un progetto per cui la ex sindaca si era recata a Napoli presso la Hitachi Rail, nonché il luogo in cui i mezzi sono in fase di realizzazione. I nuovi tram acquistati dalla Città di Torino sono 70 e nei prossimi mesi arriveranno sotto la Mole.

Dopo oltre 20 anni, con l’arrivo a Torino del primo tram Hitachi Rail, si può parlare di rinnovo del parco mezzi. Nonostante ciò, giunge la consapevolezza che sia urgente avviare una seria rivalutazione del piano di trasporto locale di Torino. Si possono avere mezzi più performanti ma occorre anche utilizzarli in una rete che sia il più efficiente possibile.

Chiara Foglietta, assessora alla Transizione ecologica e digitale, Innovazione, Mobilità e Trasporti fa aprire gli occhi sull’importanza del trasporto pubblico. Il sistema di trasporto si trova alla base di qualsiasi operazione sociale della vita del cittadino: accorcia le distanze tra periferia e centro, rende raggiungibili servizi, è un’arma per quanto riguarda le emissioni climalteranti.

Ad oggi il nostro servizio pubblico è basato su un piano degli anni ’80, che di volta in volta viene adeguato a delle novità o a dei cambiamenti: tutto ciò, però, non è più coerente con la Torino del 2022.

I nuovi tram Hitachi Rail arrivano a Torino: le caratteristiche

Lo stile e il design sono sicuramente due fra le caratteristiche principali capaci di contraddistinguere da tutto il resto i nuovi tram della Hitachi Rail. I colori scelti sono giallo-blu, nonché i colori rappresentanti di Torino.

I nuovi tram sono più corti rispetto a ciò che abbiamo visto circolare fino ad ora: sono lunghi 28 metri e grazie ad una disposizione migliore degli spazi interni beneficiano comunque di maggiore capienza rispetto ai tram attuali.

Le persone con disabilità avranno a disposizione due postazioni attrezzata, in modo tale da offrire loro un accesso facilitato e una buona manovrabilità delle carrozzine.

Infine, il sistema di climatizzazione assicura lo scambio d’aria con l’esterno, così da poter garantire standard di sicurezza elevati per quanto riguarda la salute dei passeggeri.

1697

Related Articles

1697
Back to top button
Close
Close