Articoli HPTerritorio

Torino, accantonato il progetto della sosta a pagamento presso gli ospedali

3165
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino la giunta ha deciso di accantonare il piano che prevedeva l’estensione della sosta a pagamento nella zona degli ospedali.

La decisione è stata annunciata l’altro ieri, quando il Comune ha approvato lo stralcio del progetto da parte di Gtt, con la motivazione che le strisce blu metterebbero in difficoltà gli operatori sanitari e le persone che si recano negli ospedali.

Questa decisione mette fine a 5 anni di proteste nate nel 2017, quando la precedente amministrazione aveva proposto l’intervento. Piano sospeso poi proprio a causa delle proteste che erano sorte dal quartiere.

Il progetto prevedeva oltre 4 mila parcheggi blu tra via Nizza e via Genova, dove sorgono le Molinette, il Sant’Anna, il Regina Margherita e il Cto.

Una zona ormai ingolfata, in cui è praticamente impossibile trovare parcheggio. Le strisce blu avrebbero quindi favorito la rotazione della auto aiutando i residenti.

Quando però la giunta aveva provato a realizzare il progetto, erano sorte le proteste. In particolare, ad alzare la voce erano i rappresentanti sindacali degli operatori sanitari.

Secondo loro, infatti, la sosta a pagamento sarebbe diventata una sorta di tassa per chi lavora negli ospedali e per chi ha necessità di andarci.

Torino, abbandonato il piano della sosta a pagamento presso gli ospedali: tutti i dettagli

Così a metà 2020 si decise di congelare il progetto, rimandandolo a dopo l’approdo della metropolitana in piazza Bengasi.

I lavori si erano poi conclusi nella scorsa primavera e il progetto è rimasto in sospeso. Fino all’altro ieri almeno, quando è arrivata la sospensione definitiva.

Grazie all’arrivo della metropolitana il quartiere di Nizza Millefonti è diventato un quartiere di interscambio ma il problema dei posti rimane.

Da alcuni mesi, infatti, nel quartiere mancano all’appello centinaia di posti auto, ben 575. Sono quelli del parcheggio delle Molinette, chiuso ormai da quando è scoppiata la pandemia.

Il parcheggio che potrebbe aiutare la zona a tirare un sospiro di sollievo continua però a rimanere chiuso.

La Città della Salute ha sempre motivato la chiusura sostenendo l’impossibilità di controllare i varchi di accesso all’ospedale, in cui l’accesso è consentito solo ai possessori di green pass.

3165

Related Articles

3165
Back to top button
Close
Close