Articoli HPTrasporti

Torino, i taxi chiedono il taglio dei turni per mancanza di passeggeri

805
Tempo di lettura: < 1 minuto

La Cooperativa Taxi Torino lancia un allarme importante: sotto la Mole i passeggeri dei taxi non ci sono ed il settore è in crisi.

Quello dei tassisti è solo l’ultimo dei settori pesantemente colpiti dalla crisi, che non sta risparmiando nessuna categoria di lavoratori. Infatti è di pochi giorni fa la notizia che nell’ultimo decennio sotto la Mole sono sparite oltre 400 attività di vendita al dettaglio.

Numeri influenzati dalla pandemia legata al Covid, e che raccontano di una Torino sempre più svuotata di turisti e lavoratori e studenti fuori sede.

I taxi di Torino chiedono un taglio dei turni: i dettagli

La Cooperativa che gestisce i tassisti torinesi ha chiesto un taglio dei turni alla Città Metropolitana per abbattere i costi dei taxi.

Infatti nei posteggi riservati ai trasporti figurano troppe autovetture ferme per mancanza di passeggeri. Spesso gli autisti restano fermi in attesa di chiamate che non arrivano.

Una situazione che ha suggerito un taglio delle turnazioni per permettere di abbattere i costi dei 1600 autisti di taxi presenti nella città metropolitana.

L’idea è quella di cambiare il turno dei tassisti dagli attuali 5 giorni su 6 a un piano che prevede una turnazione di 4 giorni su 6.

Il motivo del calo delle richieste è riconducibile a un minore afflusso di persone nella città della Mole. Infatti mancano lavoratori, studenti fuori sede e soprattutto i turisti che quotidianamente affollavano la città.

805

Related Articles

805
Back to top button
Close
Close