Economia

Piemonte, Coca Cola riapre con l’investimento più ecosostenibile della storia

1196
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte la Coca Cola torna a riaprire e lo fa in grande, annunciando l’avvio dell’investimento più ecosostenibile della sua storia.

Coca Cola HBC ha infatti deciso di riaprire il suo sito di Gaglianico, in provincia di Biella, chiuso ormai dal 2013.

Sarà proprio questa sede a essere il soggetto del grande investimento: 30 milioni di euro per trasformare lo stabilimento in un impianto all’avanguardia.

Il grande obiettivo della nuova sede sarà quello di trasformare fino a 30 mila tonnellate di Pet all’anno in bottiglie in 100% Pet riciclato (rPET), che verranno poi utilizzate per l’imbottigliamento delle bibite prodotte dall’azienda.

Il nuovo stabilimento avrà una superficie complessiva di ben 18 mila metri quadri e sarà alimentato al 100% con energia proveniente da fonti rinnovabili.

È anche previsto l’impiego a pieno regime di oltre 40 dipendenti diretti.

Appena pochi giorni dopo l’entrata in vigore in Italia della Direttiva Europea sulla Plastica Monouso, la Coca Cola annuncia così un primo grande progetto concreto.

Il sito di Gaglianico, infatti, permetterà di raggiungere l’obiettivo previsto grazie a due fasi di lavoro principali. Dopo il completamento dei lavori, previsto per la fine di marzo, si attiverà la prima fase.

Lo stabilimento attiverà così il processo di trasformazione della resina, sia PET vergine sia riciclato, in preforme. Grazie poi a un apposito processo di soffiatura, quest’ultime diventeranno bottiglie.

In Piemonte Coca Cola annuncia un grande investimento ecosostenibile: tutti i dettagli

La seconda fase partirà invece a luglio, dopo l’approvazione dell’EFSA (European Food Safety Agency).

Il sito raggiungerà la piena operatività realizzando interamente anche la resina di rPER, l’unica resina utilizzata nell’intero sito.

Oltre alle varie difficoltà del settore legate alla pandemia e alle sugar plastic tax, la multinazionale dunque continua a investire e a scommettere sul Piemonte.

Oltre, infatti, al mega investimento per il sito di Gaglianico, in passato Coca Cola aveva acquistato il 30% di Vergnano e prima ancora le bibite Lurisia.

Da uno studio di SDA Bocconi è poi emerso che, grazie alla sua presenza sul territorio, Coca Cola genera 21 milioni di euro (0,02% del Pil regionale) destinati alle famiglie, alle imprese e allo Stato, e crea più di 1.800 posti di lavoro.

Il grande investimento in provincia di Biella è quindi solo l’ultimo dei tanti progetti targati Coca Cola in Piemonte. E si aggiunge agli oltre 100 milioni di euro in sostenibilità investiti in Italia solo negli ultimi 10 anni.

1196

Related Articles

1196
Back to top button
Close
Close