Sanità

Molinette, infermiera salva suo figlio donandogli un rene

1083
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il gesto di una mamma infermiera presso il Centro Trapianti delle Molinette di Torino

Una mamma e infermiera di dialisi ha donato il proprio rene al figlio presso l’Ospedale Molinette di Torino

Il ragazzo ventisette soffriva di una nefrite in lento peggioramento (infiammazione dei reni) che negli ultimi aveva mostrato segni di peggioramento.

La situazione sempre più preoccupante aveva poi portato il giovane nel reparto di dialisi del policlinico torinese, proprio quello dove lavora la mamma.

Con il trapianto ormai necessario e dati i lunghi tempi d’attesa per una donazione, la madre ha deciso di proporsi in prima persona per donare il proprio rene.

Un gesto che dimostra che niente al mondo può ostacolare l’amore di una madre per il proprio figlio.

A seguito della decisione, il Centro Trapianti delle Molinette ha poi proceduto all’operazione di trapianto del rene.

La supervisione dell’intervento è stata affidata a un équipe di chirurghi vascolari e urologi, con a capo il dottor Aldo Verri e il professor Paolo Gontero.

Il tutto con l’assistenza anestetologica del dottor Roberto Balagna.

I pazienti sono poi stati ricoverati nel reparto di Nefrologia universitaria diretto dal professor Luigi Biancone.

Ed è così che il trapianto di rene di una madre infermiera al figlio diventa un vero e proprio regalo di Natale alle Molinette di Torino.

Ciò nonostante, è ormai da 4 anni che l’ospedale ha visto aumentare il numero di trapianti renali da donatore vivente.

250 nell’ultimo anno e oltre 4mila dal 1981.

Il tutto per merito di una migliore organizzazione dei centri di dialisi in Piemonte e in Italia, che ad oggi sono in grado di accorciare i tempi tra la fase di valutazione e quella chirurgica.

1083

Related Articles

1083
Back to top button
Close
Close