Articoli HPTerritorio

Torino, slitta ancora l’apertura dell’ex zoo Michelotti

1779
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino l’apertura dell’ex zoo del parco Michelotti slitta ancora. Sarebbe dovuto riaprire il 12 dicembre, invece i lavori proseguiranno fino a marzo 2022.

3 mesi ancora di lavoro, dunque, prima di poter rivedere il cancello principale su Corso Casale di nuovo aperto. Riapertura attesa da oltre trent’anni ormai.

Lo scopo di questi 3 mesi di lavoro è quello di ultimare la riqualificazione degli ultimi 19 mila metri quadri.

L’operazione di restyling dell’ex zoo era iniziata a maggio 2021 e sarebbe dovuta durare 7 mesi, terminando a dicembre.

Invece, le difficoltà di approvvigionamento dei materiali hanno rallentato i lavori.

Ma lo spicchio dell’ex giardino zoologico non è il solo ad avere questo problema. Anche diversi cantieri in città sono stati frenati da questo inconveniente, come ad esempio quello in via Sanremo.

Alla mancanza di materiali si aggiungono poi diversi intoppi burocratici, che hanno ulteriormente rallentato i lavori.

Così la conclusione dei lavori prevista per dicembre 2021 slitterà a marzo.

I cittadini torinesi dovranno così attendere ancora qualche mese prima di poter accedere allo spicchio centrale dell’ex zoo, l’unico al momento ancora inaccessibile.

Nel 2018 infatti aveva riaperto quello che ospita il Parco Giò e l’anno successivo l’angolo verso il ponte Regina Margherita.

A Torino slitta ancora l’apertura dell’ex zoo del parco Michelotti: tutti i dettagli

Nello spicchio centrale, comunque, gran parte dei lavori sono terminati.

Dopo aver rimosso i vecchi arredi e le staccionate, bisogna ancora aggiungere nuovi elementi, come panchine, tavoli con sedute, archi porta bici e un nuovo impianto di illuminazione.

Sarà poi aperto un nuovo ingresso, a metà tra quello principale e quello dell’ex zoo, e tre varchi lungo la cancellata, per collegare il parco al sentiero lungo il Po.

Infine, bisogna ancora mettere in sicurezza i 5 fabbricati che accoglievano gli animali.

Il Comune avrebbe voluto abbatterli, ma la Soprintendenza ha bloccato il progetto. Così gli edifici verranno messi in sicurezza, ma non riqualificati.

L’unica eccezione è l’ex rettilario, che diventerà un museo dedicato alle marionette grazie all’associazione Alfa Teatro.

Anche la data d’inaugurazione del museo è slittata da gennaio 2023 al 2024. L’Alfa Teatro sta infatti aspettando il via libera definitivo dalla Soprintendenza.

1779

Related Articles

1779
Back to top button
Close
Close