Articoli HPTerritorio

Territorio, Torino riceverà 4 miliardi di euro per il PNRR: avrà due anni per investirli

2032
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino è pronta a ripartire grazie al PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che preveda per la Città della Mole circa 4 miliardi di euro.

Un piano che prevede ingenti capitali per il capoluogo piemontese, tuttavia le somme dovranno essere impegnate in due anni, pena la perdita dei fondi.

Diversi progetti saranno realizzati grazie al piano di ripresa nazionale, soprattutto per i trasporti pubblici o la riqualifica di alcune aree. L’ultima approvata è quella del parco del Valentino ma non è il solo: la ristrutturazione della biblioteca e di Torino Esposizioni passano dal PNRR.

Torino è pronta a sfruttare i fondi del PNRR per rilanciarsi: i dettagli

Torino è pronta ad accogliere i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per ripartire, ma non bisogna perdere tempo. Alberto Cirio, governatore del Piemonte, ha sottolineato come i fondi vadano utilizzati entro due anni, sennò i finanziamenti verranno perduti.

Al fine di coordinare le attività, città, regione ed atenei hanno deciso di far nascere la cabina di regia denominata Together. L’iniziativa è la prima in Italia in questo genere e mira a sfruttare al meglio le risorse che arriveranno in Piemonte tra il 2022 e il 2029.

Nella giornata di ieri, infatti, sono state presentate le linee guida per la fruizione delle somme in arrivato dall’Unione Europea.

Together vuole finalizzare le somme di dare alla provincia e alla Città Metropolitana di Torino il miglior futuro possibile. Non a caso l’aiuto derivante dagli atenei cittadini, due eccellenze del territorio, sarà fondamentale.

La progettazione dei piani per il PNRR non potrà andrà oltre il 2023, necessitando di un lavoro certosino e senza sbavature. Per questo la sinergia sarà vitale, mettendo da parte ogni rimostranza politica, ha sottolineato il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo.

I progetti principali, ma non tutti, sono i seguenti:

  • 100 bus elettrici
  • politiche per il lavoro e inclusione sociale
  • messa in sicurezza delle scuole
  • Investimenti per le università
  • potenziamento Torino-Ceres
  • Assistenza ospedaliera
  • creazione hub automotive e aerospaziale

2032

Related Articles

2032
Back to top button
Close
Close