Articoli HP

Taxi volante tra Torino e Milano: il futuro è piemontese

8522
Tempo di lettura: 2 minuti

Costruito da Digisky, il taxi volante verrà sperimentato alle Olimpiadi di Parigi

Un taxi volante collegherà Torino e Milano senza la necessità di un conducente e zero inquinamento.

Questo è il nuovo progetto del settore della mobilità, e Torino si trova al primo posto in Italia per la sperimentazione

Un sogno fantascientifico alla Blade Runner: spostamenti da una parte all’altre della città su un taxi volante.

Paolo Pari e l’astronauta Maurizio Cheli mettono le mani sul fuoco.

I due fondatori di Digisky, nata circa una decina di anni fa a Torino, hanno presentato il prototipo in scala uno a tre dell’aerotaxi “Manta”.

E in occasione delle Olimpiadi di Parigi 2024, sono previste le prime sperimentazioni con passeggeri all’urban air.

Mentre Torino al momento si trova al primo posto della classifica italiana per la sperimentazione dell’advanced air mobility, in quanto centro nevralgico della filiera dell’aerospazio e automotive.

la sfida al capoluogo piemontese si è accesa in occasione dell’Aerospace & Defense Meeting, conclusosi da poco.

Un settore, quello dell’aerospazio, presidiato da azienda innovative e start-up.

Questo è il motivo che ha spinto Digisky a collaborare con Always, grazie alla quale è stato creato al campo volo di Torino l’acceleratore di imprese, Skygate.

Quest’ultimo ha lo scopo di spingere sul trasferimento tecnologico e di fare validazioni in volo delle innovazioni tecnologiche sviluppate.

L’advanced mobility rappresenta una nicchia molto promettente per le piccole e medie imprese, infatti, tra quest’ultime, c’è già chi pensa al progetto del taxi volante come una possibilità non remota e attenta alla sostenibilità.

Tra i progetti anche il drone di Lma

La Lma di Pianezza, poi, ha sviluppato il primo prototipo di drone in active manufactoring.

Il prototipo non è dotato di eliche, è alimentato a idrogeno ed ha già suscitato l’interessa tra i buyer che parteciparono alla business convention organizzata dalla Regione Piemonte e alla Camera di Commercio.

Il progetto del drone è nato per testare le loro competenze sull’addictive manufactoring e per intraprendere un percorso innovativo e sostenibile.

Con queste promesse, il dronte è stato creato con alimentazione a idrogeno full green.

Inoltre, la Lma ha costituito un hub dell’innovazione insieme al Politecnico, fondato sulle tecnologie aerospaziale e ha lo scopo di attrarre sul territorio ricercatori e imprese.

Oltre al taxi volante Torino-Milano arriva un’altra novità aerospaziale

Per semplificare la lotta contro il Covid, negli ospedali piemontesi atterrerà un nuovo progetto aerospaziale.

Dietro l’idea si trova la Apr di Pinerolo, azienda produttrice di valvole e componenti per lo spazio, che ha sviluppato un sistema di respiratore elettrico portatile.

Il dispositivo sarà in grado di depurare l’aria sfruttando un particolare meccanismo: durante la circolazione, il gas espirato viene depurato della Co2 in funzione di aggiungere l’ossigeno.

8522

Related Articles

8522
Back to top button
Close
Close