Articoli HPTerritorio

La solidarietà cresce grazie al Banco Alimentare Piemonte: sfamati 23000 bambini

183
Tempo di lettura: < 1 minuto

23 mila bambini hanno ritrovato il sorriso grazie al successo del “Carrello Solidale” organizzato dal Banco Alimentare del Piemonte.

Da anni infatti la rete solidale piemontese organizza eventi per la raccolta di beni di prima necessità da distribuire ai meno fortunati. Un’iniziativa che vede coinvolti diversi volontari nei supermercati, e che sfrutta la generosità della gente.

Queste raccolte sono la dimostrazione di come spesso da piccoli gesti si ottenga un grandissimo aiuto: infatti sono stati raccolti 548 tonnellate di cibo. Un numero enorme considerando che in genere le donazioni medie sono di uno-due prodotti per donatore.

Una riprova importante di come i piemontesi non si tirino indietro quando si tratta di donare. Infatti lo scorso novembre i commercianti del mercato del quadrilatero Aurora donarono il cibo invenduto alle famiglie messe in difficoltà dalla crisi economica legata alla pandemia.

Il Banco Alimentare del Piemonte esulta per le numero donazioni: i dettagli

“La Solidarietà nel Carrello” fa registrare ogni anno numeri sempre in crescita, e in questa edizione le donazioni hanno toccato le 548 tonnellate di cibo. Un quantitativo tale da sfamare oltre 23 mila bambini.

Un vero e proprio successo che va diviso tra la forza dei volontari e la generosità dei privati cittadini. Il Banco alimentare aveva raccolto da inizio anno 7 mila tonnellate di cibo, e nello scorso weekend, coinciso col Black Friday, ben 548 tonnellate.

Le donazioni hanno aiutato oltre 111 mila persone, ben 23 mila minori, aiutando anche quest’anno i meno fortunati. Inoltre il Banco ha sfamato ben 7 mila anziani, 36 mila migranti, 1700 disabili e 1200 senzatetto.

Ma la raccolta non si ferma ai supermercati: fino al 10 dicembre infatti sarà possibile donare attraverso Amazon e il sito web https://www.bancoalimentare.it/it/torino e sui siti web di Esselunga e Coop.

Inoltre sarà possibile acquistare Charity Card che saranno convertite poi in denaro nei supermercati aderenti all’iniziativa.

183

Related Articles

183
Back to top button
Close
Close