Articoli HPEventi

Eventi, Al via la seconda edizione di Esterno Notte di CAMERA: appuntamento il 30 settembre

706
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il successo della prima edizione, CAMERA ripropone Esterno Notte, grande evento di proiezioni diffuse per le vie e i quartieri di Torino.

Nella notte di giovedì 30 infatti dalle 21 alle 24 Torino si trasformerà. Palazzi, muri, finestre e balconi diventeranno palcoscenico di storie, fotografie e immagini, condivise da cittadini e realtà partecipanti.

Tema centrale per la seconda edizione di Esterno Notte è “trasformazione”, concetto inteso in senso aperto e stratificato. Trasformazione non solo come risposta alle sfide del presente ma anche come processo di alterazione dell’equilibrio che regola paesaggi naturali e sociali. Senza dimenticare le interpretazioni più classiche, come evoluzione del pensiero e delle dinamiche sociali o istinto di resilienza e ricostruzione.

Un altro obiettivo della manifestazione è sperimentare nuovi sistemi di condivisione culturale. Per raggiungere questo scopo, ormai non si pensa solo più al digitale, ma anche a nuovi mezzi, che permettano la fruizione su larga scala. Ovviamente tutto in piena sicurezza.

“Un momento di festa collettiva attraverso la condivisione di immagini”. Walter Guadagnini, direttore di CAMERA, ha così definito il progetto della fondazione organizzatrice.

Per le vie di Torino arriva Esterno Notte organizzato da CAMERA: i dettagli

L’obiettivo è di replicare su ampia scala quello che già avviene quotidianamente. Tutti i giorni, infatti, grazie ai cellulari si condividono contenuti. Durante l’evento questa attività viene fatta in grande: si condividono con i propri concittadini le immagini che si amano, che fanno divertire e in cui ci si riconosce. Guadagnini, infine, si augura che diventi una grande manifestazione a cui ogni cittadino possa portare il suo contributo, in base alle proprie passioni e ai propri mezzi.

Nella sua prima edizione Esterno Notte, che nasce per festeggiare il quinto compleanno di CAMERA, aveva voluto ricordare il passato. Sulla facciata della chiesa di San Michele Arcangelo in via Giolitti, infatti, era stato mostrato uno slideshow con le immagini delle quaranta mostre realizzate da CAMERA. Inoltre, il cortile offre un’installazione multimediale con immagini d’archivio e sonorità diffuse.

Quest’anno invece CAMERA pensa al futuro, sia generazionale che tecnologico. Giovedì sera, infatti, i trenta ragazzi che hanno partecipato al corso-concorso Reality Shot proietteranno i loro lavori. L’obiettivo era raccontare i quartieri periferici di Falchera e Mirafiori attraverso le telecamere dei propri cellulari.

Il progetto Reality Shot, diretto dal critico d’arte Luca Beatrice, sarà quindi protagonista di Esterno Notte 2021. Le immagini saranno proiettate nel cortile interno di CAMERA (ingresso da Via Giolitti 35). Oltre a raccontare le periferie, il tema del concorso si sposa benissimo con il fil rouge della manifestazione.

Infatti, le immagini realizzate mostrano la gran varietà di stili e approcci che caratterizzano la fotografia di oggi. I lavori dei partecipanti, infatti, spazieranno da fotografie in bianco e nero a scenari stranianti ricostruito o anche alterati grazie al digitale. Tutto questo nella magica cornice di Torino notturna.

Queste proiezioni tuttavia non solo le sole che decoreranno le mura cittadine, che presto saranno affrescate da diversi murales.

706

Related Articles

706
Back to top button
Close
Close