Articoli HPSanità

Cominciano i lavori per il Parco della Salute di Torino: al via le operazioni per la realizzazione

4591
Tempo di lettura: < 1 minuto

Prendono il via i lavori per il Parco della salute di Torino.Martedì 28 settembre è stata avviata l’opera di bonifica, primo passo per la realizzazione del progetto. Per l’inizio dei lavori, sarà anche presente il sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri.

L’area interessata per il Parco della Salute di Torino è di 105 mila metri quadrati, divisi in due lotti, e 300 mila metri cubi da bonificare. Tutto in meno di 550 giorni di lavoro, dato che l’obiettivo è posare la prima pietra nell’agosto 2022. A seguire l’inizio dei lavori sarà un’associazione temporanea d’imprese emiliana guidata da Unieco Holding Ambiente srl. Lo studio professionale milanese, Società ST&A srl, si occuperà invece di dirigere i lavori.

I dettagli dei lavori del Parco della Salute di Torino

Il Parco della Salute di Torino sorgerà sugli spazi dell’ex zona industriale Fiat-Avio. Per la bonifica si è deciso di dividere il sito in due lotti, in modo da facilitare l’avanzamento dei lavori.

Il primo (più di 65 mila metri quadrati) ospiterà la zona ospedaliera, che potrà accogliere fino a 1040 posti letto. Questo lotto si estende nell’area tra Palazzo della Regione e Lingotto Fiere. Il secondo invece sarà dedicato al polo universitario e di ricerca.

Per i progetti definitivi bisognerà aspettare il prossimo aprile, quando saranno consegnati all’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, stazione appaltante. Fine giugno 2022 sarà invece il termine ultimo per classificarli. Si stima infatti che la prima pietra del Parco della Salute di Torino sarà posata nell’agosto 2022.

Cinque anni poi è la durata programmata per la costruzione del sito. Si stima infatti che nel 2027 il Parco della Salute di Torino sarà pronto per essere inaugurato.Dunque, finalmente l’inizio dell’enorme opera di cui si parla da più di sei anni. Tutta interamente dedicata alla sanità piemontese.

Anche il presidente della regione aveva ribadito l’importanza dell’opera quando era stato definito il suo cronogramma. Cirio aveva infatti sottolineato come il Parco fosse uno dei progetti più importanti per tutto il Piemonte. E soprattutto come rappresentasse un passo fondamentale nella crescita dell’offerta sanitaria. Oltre ovviamente ad essere un investimento sul futuro economico.

4591

Related Articles

4591
Back to top button
Close
Close