Articoli HPTerritorio

Torino è un paese per giovani: è la prima città in Italia per investimenti sulle politiche giovanili

722
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino per i giovani: una scelta vincente, il capoluogo piemontese è infatti risultato essere la prima città italiana per investimenti a beneficio dei giovani.

A rivelarlo è lo studio condotto da Openpolis. La fondazione ha basato le sue ricerche sulla spesa pro capite investita nel 2019 dal comune per politiche, sport e tempo libero. Tutti indicatori che sottolineano quanto una città sia attiva sul fronte delle politiche giovanili. E Torino per i giovani ha risposto presente.

Una crescita importante, soprattutto dopo il report del Sole 24 Ore, che sosteneva che la Città della Mole non fosse attrezzata quanto altre metropoli per la crescita dei bambini.

Torino è la città italiana con maggiori investimenti sui giovani: i dettagli

Il capoluogo piemontese, infatti, con una spesa di 28,56 euro pro capite, ha staccato gli altri cinque grandi comuni italiani su cui è stato condotto lo studio. Al secondo posto si classifica Milano, con una spesa pro capite addirittura inferiore alla metà (13,14 euro) di quella investita da Torino per i giovani. Terza classificata Bologna (12,16 euro), seguita da Napoli (11,37euro) e infine Roma, fanalino di coda con 3,97 euro pro capite.

Un risultato senz’altro positivo per Torino, che si dimostra essere senza dubbio una città per i giovani. Questi dati sono stati commentati dalla sindaca Chiara Appendino con grande soddisfazione sul suo profilo Linkedln. La sindaca sottolinea infatti come sport e tempo libero siano investimenti fondamentali per la qualità della vita dei ragazzi e delle ragazze che vivono in città. Questi due parametri sono due voci di spesa importantissime per il comune di Torino, e non riguardano solo investimenti per sportelli informativi, ma anche iniziative, seminari e gestione dei centri. Senza dimenticare inoltre le società e gli enti sportivi, la costruzione e la manutenzione delle strutture, le manifestazioni sportive e la fondamentale promozione della cultura dello sport.

Certamente un risultato di cui andare fieri, ma, come evidenzia la sindaca, senza dimenticare che gli ambiti di miglioramento possono ancora essere tantissimi. Gli investimenti a beneficio dei giovani non servono solo a garantire il loro benessere attuale, ma soprattutto contribuiranno a formare gli adulti di domani. Chi ben comincia però è già a metà dell’opera. E Torino per i giovani ha iniziato senz’altro benissimo.

722

Related Articles

722
Back to top button
Close
Close