Articoli HP

Un giardino pensile sul tetto del Lingotto traina Torino verso un futuro green

3459
Tempo di lettura: < 1 minuto

Un affaccio verde sulla città – il più grande d’Europa – e un nuovo spazio espositivo: inaugurata ieri Casa 500, un museo dedicato all’auto italiana icona di stile che segna la rinascita del Lingotto

Rinasce – e rifiorisce – lo storico edificio del Lingotto. La celebre pista sul tetto dell’ex stabilimento Fiat, simbolo di modernità dai tempi della prima guerra mondiale, ritrova la sua centralità con una rinnovata vocazione. Un tempo faceva da modello alle architetture industriali, oggi torna ad innovare puntando sul colore verde.

È stata inaugurata ieri la Pista 500, il giardino pensile sul tetto del Lingotto introdotto dalle parole del presidente di Stellantis, John Elkann. Si tratta del giardino sospeso più grande d’Europa. Uno spazio verde che si sviluppa lungo tutto il perimetro dello storico edificio (per 1,2 km) e restituisce colore ad una porzione di città.

Il pubblico potrà godere – a 28 metri di altezza – del senso estetico e aromatico dispensato dalle fioriture e dagli accostamenti florovivaistici, e dei giochi di luci e ombre riflessi dalla natura che cambiano con le stagioni.

Il progetto del giardino pensile del Lingotto è a cura dello Studio Camerana, in collaborazione con lo Studio Giardino per la sezione botanica.

Un giardino pensile al Lingotto e uno spazio espositivo

Un look rinnovato, dunque, per un edificio simbolo di Torino che prosegue la sua corsa verso la sostenibilità. Lungo la pista, inoltre, potranno circolare solamente veicoli elettrici (auto, monopattini e biciclette).

A fare da porta-voce della mobilità elettrica sarà naturalmente la Fiat 500.

In questo contesto si inserisce il nuovo spazio espositivo, Casa 500, che vede come protagonista proprio l’auto icona di stile e design italiano. Sarà parte del complesso della Pinacoteca Agnelli, sotto la direzione di Ginevra Elkann. E si affaccerà direttamente sulla pista verde del Lingotto attraverso grandi vetrate a 360°. Un albero centrale in legno riciclato farà da punto vitale attorno al quale si sviluppa il futuro del brand, sempre ben agganciato alle radici del passato.

La Fiat 500 – insieme al Lingotto di Torino – torna così ad essere simbolo indiscusso di innovazione, con una nuova parola d’ordine: sostenibilità.

3459

Related Articles

3459
Back to top button
Close
Close