AnimaliArticoli HP

In Piemonte una mostra sulle balene preistoriche: i resti esposti per la prima volta

193
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte è stata organizzata una mostra dedicata alle balene preistoriche.

Si tratta di un particolare evento, che ha avuto il via da giovedì 17 settembre. Questa particolare esposizione mette in risalto i ritrovamenti nella nostra regione dei resti di alcuni cetacei, il cui periodo di vita è stato collocato nella Preistoria. In seguito alle analisi sui resti è stato possibile appurare come le ossa rinvenute appartengano ad animali vissuti milioni di anni fa.

Un ritrovamento speciale, che ha assunto un significato ancora più rilevante per il luogo della scoperta. Per rendere omaggio a questo evento più unico che raro è stata organizzata questa mostra, che si svolge all’interno del Museo Paleontologico Territoriale dell’Astigiano, nell’ex Chiesa del Gesù.

Il Piemonte ospita una mostra sulle balene preistoriche: i dettagli dell’evento

La mostra “Balene Preistoriche” permette, a coloro che vi prendono parte, di ammirare da vicino i resti di alcuni cetacei anche unici al mondo.

Nello specifico, in località Moleto, sono state trovate alcune parti del corpo della balenottera di Montafia. Si parla della balena più antica del Mar Mediterraneo, che è praticamente introvabile a livello mondiale in altri musei e mostre appositamente dedicati.

Tra le altre particolarità da scoprire c’è anche il delfino di Camerano Casasco. Quest’ultimo è considerato l’antenato degli attuali delfini e delle attuali orche.

La mostra espone al pubblico delle ricostruzioni a grandezza naturale dei cetacei protagonisti. Un modo per apprezzare e immergersi in maniera ancora più realistica in questa realtà, molto affascinante e spesso sconosciuta. Oltre alle riproduzioni sono anche disponibili dei filmati in 3D che raccontano la storia dell’antico Mare Padano.

Una grande iniziativa, che proietta il Piemonte e il museo ospitante in un contesto internazionale di prestigio. La nostra regione mira a diventare uno dei punti di riferimento per quello che riguarda questa speciale tematica, viste le enormi potenzialità espresse e ancora da esprimere.

(Foto tratta da www.ansa.it)

193

Related Articles

193
Back to top button
Close
Close