Articoli HP

I bocconi chiodati rispuntano a Mirafiori, allarme per i cani del quartiere

814
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ancora bocconi chiodati nell’aiuola di via Buriasco: i residenti chiedono controlli

L’altro ieri sera i residenti di via Buriasco, zona Mirafiori, hanno trovato nell’aiuola di fronte alla piazzetta una quindicina di pezzi di wurstel. Innocui a prima vista, ma letali ad un controllo più attento. Ogni pezzo, infatti, conteneva un chiodo o una vite ben nascosta all’interno. Bocconi chiodati insomma, lasciati in questa piccola area verde con l’obiettivo di far male ai cani, perché se ingoiati uccidono l’animale.

Fortunatamente, questa volta nessun quattro zampe è rimasto ferito grazie a una residente che era uscita a spasso con il proprio cane. La signora, infatti, ha visto i bocconi chiodati nell’aiuola prima ancora che il suo animale li fiutasse e li ha raccolti per portarli via. Ha poi provveduto ad avvisare residenti e padroni tramite social, in modo che anche col buio facessero attenzione a cosa fiutassero i propri quattrozampe.

Purtroppo, la vicenda dei bocconi chiodati a Mirafiori non è un fatto nuovo. Già due mesi fa, infatti, poco prima dell’inizio dell’estate, nella stessa aiuola erano state trovate delle esche simili. Anche in quella occasione si trattava di piccoli pezzi di wurstel con viti conficcate nel loro interno. Sempre bocconi chiodati, sempre abbandonati nell’erba. Anche allora per fortuna nessun cane era rimasto ferito.

Dopo il recente ritrovamento, ieri mattina i residenti sono tornati all’aiuola, fortunatamente senza trovare altri pezzi di carne pericolosi. Ma la guardia, per il benessere degli amici a quattro zampe, non va abbassata.

Visto il modus operandi, si pensa che il colpevole sia un’unica persona, la stessa che aveva seminato i bocconi chiodati prima dell’inizio dell’estate. Forse qualcuno residente nel quartiere, dato che l’aiuola del misfatto è sempre la stessa. Qualche residente di via Buriasco forse, che probabilmente non sopporta l’abbaiare dei cani. O le deiezioni lasciate in quello spicchio verde in cui i cani vengono portati a spasso anche se non è un’area a loro dedicata. Chiunque sia, una cosa è certa: i cani sono le vittime inconsapevoli.

814

Related Articles

814
Back to top button
Close
Close