AmbienteArticoli HPTerritorio

Torino, il fiume Po ripulito grazie alla Trash Challenge

802
Tempo di lettura: < 1 minuto

Otto associazioni e aziende del territorio, con la promozione dell’istituto Scholé di Torino, hanno ripulito dieci chilometri del Po con la Trash Challenge.

Una iniziativa promossa soprattutto sui social network delle associazioni sportive, che ha raccolto un importante numero di adesioni.

Il letto d’acqua del fiume negli ultimi messi ha vissuto problemi legati a flora acquatica, definita “Effetto Piante” e molta incuria dei residenti. Infatti Chiara Appendino, sindaca della Città della Mole, ha espresso sdegno su Facebook per lo stato di sporcizia del fiume.

Infatti i rifiuti, soprattutto quelli plastici, sono copiosi lungo le sponde del corso fluviale, creando anche un rischio ambientale. Il Comune ha da tempo avviato una lunga serie di lavori di pulizia straordinari per limare il problema, tuttavia l’immondizia cresce a vista d’occhio.

Ad aiutare le autorità comunali ci hanno pensato un gruppo di privati cittadini che hanno a cuore l’ambiente e la salute della Città della Mole.

Il tratto del fiume Po di Torino è stato ripulito grazie alla Trash Challenge: i dettagli

Le operazioni di pulizia del Po organizzate dalle associazioni private della Città della Mole hanno raggruppato oltre 200 volontari.

La pulizia ha richiesto 7 ore di lavoro e ogni mezzo per accelerare il lavoro: biciclette, otto canoe e due gommoni hanno supportato le operazioni dei volontari.

Il poco lusinghiero bottino conta 50 sacchi neri di spazzatura, che tra lo stupore dei volontari non ha visto solo lattine, bottiglie e sigarette. Infatti sono stati rinvenuti anche sedie, scarpe, palloni, un boiler e addirittura una pistola (consegnata ai carabinieri).

Al termine della lunga giornata gli organizzatori hanno concesso una pomeriggio di svago ai prodi volontari, con un aperitivo a buffet e un dj set.

Questo lavoro è solo l’apripista per il prossimo sabato, quando andrà in scena il World Clean Up Day, per sensibilizzare la popolazione mondiale sulla gravità dei rifiuti.

802

Related Articles

802
Back to top button
Close
Close