Territorio

Nuvola Lavazza, un viaggio nel mondo del caffè tra passato e futuro

2635
Tempo di lettura: 3 minuti

La Nuvola Lavazza è il nuovo quartier generale della storica azienda torinese conosciuta in tutto il mondo per il caffè. Si trova nel quartiere Aurora e si estende per oltre 30mila metri quadri. Al suo interno, oltre agli uffici, trovano sede un museo, uno spazio eventi, un bistrot e persino una piazza verde.

Come una vecchia centrale elettrica dismessa divenne spazio polifunzionale orientato al futuro

Se facessimo un viaggio indietro nel tempo e tornassimo alla Torino dei primi anni del Novecento, nel quartiere Aurora vedremmo una grande centrale elettrica. Il fabbricato allora occupava l’intero isolato tra via Bologna, largo Brescia, corso Palermo e via Ancona. Ed era uno dei simboli della vivacità industriale torinese di quegli anni.

Oggi, a distanza di oltre un secolo, nello stesso isolato possiamo ammirare un altro simbolo dell’innovazione torinese: la Nuvola Lavazza.

Il progetto del complesso architettonico porta il celebre nome di Cino Zucchi, architetto milanese conosciuto oltreconfine.

Zucchi, in sinergia con la famiglia Lavazza, è riuscito a recuperare lo storico edificio di via Bologna e a trasformarlo in uno spazio polifunzionale. Un investimento di oltre 120 milioni di euro che ha portato alla costruzione di una delle eccellenze architettoniche della città di Torino.

L’obiettivo era quello di dare forma ai valori della Lavazza attraverso una sede rinnovata e innovativa. E, allo stesso tempo, offrire al pubblico uno spazio condiviso e inclusivo.

È così che nel 2010 nacque il disegno della Nuvola Lavazza: uno spazio di 30mila metri quadri in grado di accogliere uffici e grandi sale incontri. Ma anche un museo sul mondo del caffe’, un’area eventi, una piazza aperta, e persino un bistrot.

A fianco della Nuvola si erge la sede dell‘Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD) che rappresenta uno degli edifici di interesse storico di Torino.

Scavi archeologici Nuvola Lavazza

La Nuvola Lavazza tra passato e futuro: il curioso caso degli scavi archeologici venuti alla luce nel 2013

Pochi sanno che, poco dopo l’inizio i cantieri per la costruzione della Nuvola Lavazza, i lavori vennero interrotti per una scoperta inaspettata.

Durante gli scavi, infatti, proprio nel punto in cui doveva sorgere la nuova sede dell’azienda torinese, vennero alla luce una serie di tombe, mausolei e persino i resti di una chiesa del IV secolo. Insomma, un intero complesso funerario paleocristiano.

Un ritrovamento che richiese necessariamente lo stop ai lavori e l’immediato intervento dei funzionari della Soprintendenza per l’Archeologia del Piemonte.

Gli studi effettuati dagli archeologi confermano che si tratta della necropoli che, in età romana, sorgeva lungo la direttrice che collegava Torino a Vercelli. Esattamente a 800 metri a est dalle mura cittadine. Un’intera area dedicata alle sepolture riemersa in superficie quasi per caso.

Tra i resti si svelarono una serie di tombe monumentali: probabilmente vi erano sepolti gli esponenti più facoltosi della prima comunità cristiana torinese. A fianco sorgeva una chiesa a navata unica, lunga 20 metri e larga 12,70, con un grande abside semicircolare. Un esempio di architettura paleocristiana di cui, purtroppo, ci rimane solo il perimetro. Il valore di tale scoperta, comunque, rimane incalcolabile. Tant’è che nel 2015 il progetto della Nuvola Lavazza subì una variazione per salvaguardare i reperti e renderli fruibili al pubblico.

L’area archeologica si estende per 1600 metri quadrati, di cui 400 costituiscono proprio la base del nuovo centro direzionale Lavazza. Una vetrata e una studiata illuminazione consente ai passanti di sbirciare il sito archeologico, visitabile esclusivamente su prenotazione.

Esterno Nuvola Lavazza Torino

Perché proprio “Nuvola Lavazza” e perché proprio il quartiere Aurora?

Il nome “Nuvola Lavazza” nasce dalla forma che l’architetto Zucchi ha voluto dare alla nuova centrale del gruppo torinese. La fisionomia del corpo centrale si sviluppa in modo fluido, come se la sua stessa consistenza si perdesse tra le grandi vetrate che riflettono il cielo.

Inaugurata nel 2018, la Nuvola rappresenta il corpo centrale dell’azienda dove si unisce identità storica e prospettive future della Lavazza.

La scelta del sito, in pieno Borgo Aurora, trait d’union tra centro e periferia della città, vuole rendere omaggio agli oltre 125 anni di storia di Lavazza. Era il 1895 quando il signor Lavazza inventò la miscela conosciuta oggi in tutto il mondo. Nonostante lo sguardo ormai internazionale dell’azienda, le radici rimangono ben piantate nella sua terra di nascita.

La costruzione della Nuvola Lavazza è stata anche l’occasione per rinnovare e valorizzare il quartiere. All’interno del complesso si trova una grande piazza verde, accessibile a tutti, e “Condividere” il bistrot con le proposte dello chef Federico Zanasi.

Design, food ed ecosostenibilità si uniscono così in un’unica concezione del futuro.

Interno Museo Lavazza Torino

Il Museo Lavazza

Una delle particolarità della Nuvola Lavazza è che custodisce al suo interno un vero e proprio museo interamente dedicato al caffè.

Il Museo Lavazza è prima di tutto un viaggio sensoriale: un percorso immersivo nell’universo del caffè dalla raccolta del chicco alla degustazione in tazzina. Parallelamente è anche un itinerario nello sviluppo dell’azienda a partire dalla sua fondazione.

Non solo immagini, ma anche suoni, aromi e consistenze accompagneranno il pubblico alla scoperta di questo immenso mondo. Un viaggio attraverso cinque aree tematiche: la Casa Lavazza, la Fabbrica, la Piazza, l’Atelier, l’Universo, tutte da scoprire.

Entrata Nuvola Lavazza di giorno

Visitare la Nuvola e il Museo Lavazza

Periodicamente vengono organizzati tour e visite tematiche speciali all’interno del complesso della Nuvola. Per l’area archeologica sono previste visite guidate con un esperto solo su prenotazione. Mentre il Museo Lavazza è accessibile tutto l’anno.

  • Indirizzo: via Bologna 32, Torino
  • Tel: 011 2179621
  • E-mail: info.museo@lavazza.com
  • Sito web: www.lavazza.it
  • Orari di apertura:
    dal mercoledì alla domenica, ore 10.00 – 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30)

Tag
2635

Related Articles

2635
Back to top button
Close
Close