Articoli HPTerritorio

Si è spenta Antonietta Ravetti, la donna più anziana del Piemonte: aveva 109 anni

3500
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Piemonte ha perso un pezzo di storia: Antonietta Ravetti, detta Nina, si è spenta all’età di 109 anni.

La donna era nata il 5 febbraio del 1912 a Rocca d’Arazzo, in provincia di Asti, e si è spenta l’altro giorno a Ivrea.

Nonna Piemonte (come simpaticamente ribattezzata) ha lavorato per diversi anni nel commercio di abbigliamento, dove possedeva un banco di vendita ambulante, assieme a suo marito Bartolomeo Ruffinengo, scomparo nel 1999.

La donna ha girato l’intera regione per vendere i suoi capi di vestiario, trasferendosi negli anni ’60 a Canavese per stare accanto al figlio Giovanni, il quale trovò lavoro presso l’Olivetti.

A Ivrea Nina era diventata la nonna del quartiere, un riferimento per l’intero vicinato. Proprio il vicinato la ricorda con affetto, e molti vicini hanno dichiarato che malgrado la non più tenera età, Antonietta è sempre stata lucida e spigliata.

Altri ricordano il suo amore per i libri e la lettura, oltre che alla sua parlantina e simpatia.

Per il suo ultimo compleanno il sindaco di Ivrea aveva consegnato un mazzo di fiori alla donna a nome di tutta la comunità.

Nina si è spenta due giorni fa nel sonno, e ieri si sono tenute le funzioni funebri. La donna lascia il figlio Giovanni e i nipoti Carlo, Roberta, Chiara e Marilisa. Al cordoglio si sono uniti anche i pronipoti Yuri, Francesco, Emma e Cecilia.

La donna figurava come la più anziana del Piemonte e la ventinovesima persona più anziana di Italia.

Antonietta Ravetti è solo l’ultima istituzione che ci ha lasciato

Nonna Piemonte ci ha lasciato, ma non è l’unico pezzo della cultura piemontese che ci ha lasciato in questo triste 2021.

La comunità torinese ha di recente salutato anche Angelo Piovano, l’uomo più tatuato d’Italia, pioniere della cultura urban e underground, che si è spento a 85 anni.

3500

Related Articles

3500
Back to top button
Close
Close