Articoli HPTerritorio

Porta Palazzo tra i mercati più sostenibili d’Italia con la raccolta differenziata all’89%

2462
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il mercato di Porta Palazzo è uno dei più sostenibili d’Italia.

Il mercato più grande d’Europa è riuscito, nel corso di questi anni, a curare con grande attenzione un aspetto importantissimo come la raccolta differenziata. Questo grazie al progetto RePoPP, un progetto lanciato nel 2016 con più obiettivi.

Il mercato di piazza della Repubblica, così come molti altri mercati torinesi, ha aderito a questa interessante iniziativa per migliorare la distribuzione dei rifiuti e la raccolta del cibo in avanzo. RePoPP ha portato nei mercati del capoluogo piemontese un nuovo modo di approcciarsi allo spreco alimentare e alla divisione dei rifiuti.

I risultati di questo quinquennio sono stati evidenti, tanto è vero che raccolta differenziata salita al 89% (il punto più alto, raggiunto negli ultimi cinque mesi). Un motivo d’orgoglio per Porta Palazzo, che si dimostra un punto di vendita e di aggregazione molto più pulito e civile rispetto ad altre realtà.

La battaglia contro lo spreco alimentare di Porta Palazzo

Grande importanza ha avuto anche la lotta allo spreco del cibo, una tematica che negli ultimi anni ha acquisito particolare importanza, vista la crisi e il moltiplicarsi delle famiglie in difficoltà.

Recandosi a Porta Palazzo, torinesi e famiglie residenti hanno avuto l’opportunità di disporre della frutta e della verdura invenduta, salvata dal macero e distribuita ai meno abbienti al termine dell’orario di vendita.

Un aspetto non da sottovalutare, visto che si tratta di un aiuto concreto per le tantissime persone che versano in condizioni di difficoltà. Il numero dei cittadini che hanno avuto bisogno di questo tipo di sostegno è aumentato nell’ultimo anno, soprattutto a causa della pandemia, che ha creato tantissima povertà e una crisi economica senza pari.

La possibilità di accedere a questo tipo di servizi rappresenta un sostegno di vitale importanza per chi non ha grandi possibilità economiche.

A questo genere di iniziative hanno preso parte anche i mercati di Mirafiori, Santa Rita, Borgo Vittoria, Cincinnato, Foroni e Porpora. Una dimostrazione di solidarietà e di rispetto dell’ambiente, qualificano i mercati torinesi tra i più sostenibili d’Italia.

2462

Related Articles

2462
Back to top button
Close
Close