Articoli HPTerritorio

Ritorna a Torino Portici di Carta: via il 24 giugno

440
Tempo di lettura: 2 minuti

In occasione dei festeggiamenti per la festa del Santo Patrono di Torino, San Giovanni, ritorna l’iniziativa che trasforma la città nella libreria più lunga del mondo: Portici di Carta

Prevista inizialmente dal 21 al 23 maggio 2021 a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, l’iniziativa Portici di Carta è stata posticipata al 24 giugno, giorno dedicato al patrono della città San Giovanni. Il cambio di data è stato fatto al fine di rispettare tutte le normative nazionali e regionali per il suo svolgimento in totale sicurezza.

A Torino torna Portici di Carta: date e dettagli

Quest’anno Portici di Carta ritorna con una novità,che unirà la rassegna torinese a due realtà nazionali. Libri Come-Festa del libro e della letteratura – prodotto dalla Fondazione Musica per Roma- e la nuova rassegna Lungomare di Libri -promossa dalla città di Bari e dalla Regione Puglia.

A causa della pandemia le tre iniziative non potranno svolgersi nelle stesse giornate e stessi territori, ma si distribuiranno nel tempo e negli spazi. Le date saranno:

  • 11-13 giugno, Libri Come-Festa del libro e della letteratura;
  • 25-27 giugno, Lungomare di Libri.

Portici di Carta è un progetto realizzato dalla Fondazione per il libro, la Musica e la Cultura insieme alla Città di Torino con il sostegno della Regione Piemonte, la Fondazione CRT (Cassa di Risparmio di Torino) e la Camera di Commercio di Torino. Quest’iniziativa è nata dalla collaborazione fra i Presidi del Libro, i librai di Torino e Provincia, la Fondazione per il libro e il Salone Internazionale del Libro di Torino.

Nasce dall’idea di abbinare al libro un segno architettonico che caratterizza la città: i portici. I 14 chilometri dei porticati abbelliscono con eleganza il suo centro storico tanto da rendere la città la libreria più lunga mai realizzata.

La suddivisione degli spazi in Portici di Carta

Suddivisa per aree tematiche, copre il tratto di via Roma che collega Porta Nuova a Piazza Castello per un totale di 2 chilometri.

Accanto alla libreria è possibile trovare piccoli spazi disseminati in angoli storici della città di grande suggestione i quali ospitano convegni, letture, incontri con gli autori, brevi momenti teatrali e musicali.

Ad animare i Portici di Carta ci sono anche le librerie di provincia che hanno promosso l’iniziativa.

Inoltre ci saranno anche gli scrittori, gli insegnati, i bibliotecari, i lettori e i vari volontari coinvolti. Lo scopo è quello di invadere per qualche giorno l’intera città arrivando addirittura a cambiarne la toponomastica.

Tutti progetti che restano fedeli al claim dell’evento: a Torino la cultura è una passeggiata.

A.S.

440

Related Articles

440
Back to top button
Close
Close