Articoli HPTerritorio

Amazon scommette sul Piemonte e apre a Novara: migliaia di nuovi posti di lavoro

686
Tempo di lettura: < 1 minuto

Amazon si espande in Piemonte.

Il colosso statunitense dell’e-commerce si appresta ad aprire magazzini e depositi su tutto il territorio regionale. Il primo in quest’ordine è quello di Novara, che si configura come uno degli stabilimenti più grandi che l’azienda di Jeff Bezos aprirà nel Nord Italia.

Questo nuovo centro di distribuzione sarà affiancato da numerosi nuovi depositi, che sorgeranno in diverse province della nostra regione. Tempo fa era stata annunciata anche l’apertura di nuovo sito di smistamento a Grugliasco, nei pressi del centro commerciale Le Gru.

Insomma, l’azienda intende puntare con insistenza sulla nostra regione, tanto da aver individuato diversi punti su cui scommettere per proseguire il suo processo di espansione in Italia.

Le manovre di Amazon in Piemonte e in tutta Italia

Questa nuova apertura di Amazon a Novara si va ad aggiungere a quella già in programma a Cividate al Piano, in provincia di Bergamo.

L’obiettivo dell’azienda è quello di ampliare la sua rete di siti di smistamento e di depositi in tutta l’area settentrionale del Paese, considerato uno snodo cruciale e strategico per le dinamiche e i movimenti aziendali in tutta Europa.

In quest’ottica, Amazon aumenterà vistosamente anche il personale. Per far fronte a tutte queste nuove aperture, la multinazionale americana ha in programma di effettuare una massiccia campagna di assunzioni. Si prevedono ben 3mila inserimenti nei prossimi mesi, con le nuove risorse selezionate che saranno impiegate in diverse mansioni.

In totale, i dipendenti di Amazon in tutta Italia diventeranno 12mila e 500. Un aumento significativo rispetto ai 9mila e 500 registrati alla fine del 2020. Un segnale che l’azienda è in salute ed è ampiamente soddisfatta delle sue manovre in tutto il territorio nazionale. Una notizia più che positiva, in un periodo in cui il lavoro scarseggia e la crisi economica è diventata ancora più acuta rispetto al recente passato, a causa delle conseguenze catastrofiche portate dall’esplosione dell’emergenza sanitaria.

686

Related Articles

686
Back to top button
Close
Close