Articoli HPUrbanistica

Nuovi autovelox e telecamere a Torino: il Comune punta a ridurre gli incidenti

9298
Tempo di lettura: 2 minuti

Sono in arrivo nuovi autovelox e telecamere a Torino.

Per le strade della nostra città stanno per fare il loro esordio delle nuove installazioni, per dissuadere gli automobilisti dal commettere infrazioni. Il capoluogo piemontese ha già visto l’arrivo dei T-Red, diffusi a macchia d’olio su tutto il territorio cittadino e in alcuni punti dei centri urbani della provincia. Una mossa che ha ridotto drasticamente gli incidenti e che ha incentivato i conducenti al rispetto delle regole.

Gli automobilisti sono diventati più prudenti, dunque, per non incorrere in pesanti sanzioni e dover pagare multe salate (con conseguenze anche sui punti della patente). Nonostante ciò, sono stati migliaia i verbali staccati grazie a questi particolari semafori. Le multe sono state talmente numerose da mandare in tilt i sistemi di ricezione dei vigili, che non riescono a completare tutte le pratiche per sanzionare i trasgressori.

Sul fronte degli autovelox, recentemente il Comune ha introdotto nuovamente i controlli su corso Moncalieri. Uno dei velox più chiacchierati di sempre, che era stato dichiarato illegittimo e, in seguito, rimosso, è stato riattivato nelle ultime settimane. Ora il limite è di 50 chilometri orari e chiunque vada a una velocità superiore subisce la contravvenzione.

I dati dello scorso anno e la necessità di introdurre nuovi autovelox e telecamere a Torino

I timori degli automobilisti torinesi crescono, se si pensa che l’amministrazione comunale sta valutando l’introduzione di nuovi autovelox e telecamere a Torino.

Per quanto riguarda i T-Red, questi saranno attivati definitivamente in tutti i punti previsti entro fine anno. Entro pochi mesi tutta la città sarà coperta nei punti strategici e i 14 semafori con telecamere saranno operativi al completo.

Per i velox il discorso è diverso. Palazzo Civico sta studiando la possibile introduzione su via Bolognacorso Chieri (dove già erano presenti) e su molti altri viali a scorrimento veloce. L’intenzione è quella di ridurre la velocità di transito dei mezzi, che spesso e volentieri sfrecciano senza controlli e limiti, generando tantissimi incidenti.

E proprio gli incidenti, nel corso del 2020, sono stati 3mila e 469. Un numero eccessivamente alto, se si pensa che ci sono stati due mesi di lockdown e una riduzione drastica degli spostamenti in tutti i mesi. Con lo smart working, la didattica a distanza e tutte le limitazioni agli spostamenti, i torinesi hanno usato molto di meno l’auto. Ciò nonostante, i dati dello scorso anno sono in linea con quelli degli anni precedenti. Dunque, la situazione va migliorata con qualche accorgimento.

Prossimamente si assisterà quindi all’installazione di nuovo T-Red e autovelox per le vie della città, che dovranno diventare più sicure. Con un minor numero di incidenti sarà possibile garantire una qualità migliore della circolazione nelle nostre strade.

9298

Related Articles

9298
Back to top button
Close
Close