AnimaliArticoli HP

Catturato il gallo di Moncalieri, l’animale disturbava i residenti di Borgo Mercato

2827
Tempo di lettura: < 1 minuto

È stato catturato il gallo il gallo che disturbava i residenti di un quartiere di Moncalieri.

In questi giorni c’è stato il lieto fine per questa strana storia, che ha provocato più di qualche disagio ai cittadini di Borgo Mercato. La zona, al confine tra Torino e Moncalieri, è stata protagonista di questo fenomeno tutt’altro che consueto per un contesto urbano.

Il problema era sorto già da prima di Natale. Il gallo ha iniziato a prendere posto con una certa frequenza in un condominio nelle immediate vicinanze di via Juglaris. In quest’area, il pennuto, per diverse settimane, è stato al centro dell’attenzione per i suoi canti, che disturbavano il riposo dei residenti nelle ore notturne. L’animale era solito cantare centinaia di volte tra le ore 04 e le ore 08 del mattino, con una frequenza ormai fastidiosa.

L’unico modo con cui gli abitanti riuscivano a limitare le conseguenze era dato dalla chiusura delle finestre. Un metodo che, però, non poteva rappresentare una valida soluzione, men che meno nel lungo periodo.

Come si è risolta la situazione del gallo canterino di Moncalieri

Molti cittadini, stufi della situazione, avevano più volte fatto pervenire all’amministrazione comunale delle lettere, delle e-mail e perfino degli esposti, per rendere noto alle istituzioni questo problema. L’amministrazione aveva fatto intendere di essere disposta a risolvere il tutto prima di Pasqua. Un annuncio a cui, però, non sono seguiti i fatti.

Così, dopo diversi mesi di nulla di fatto, si è deciso di intervenire, anche per evitare conseguenze peggiori. Qualcuno avrebbe potuto farsi giustizia da solo e fare del male al gallo, che non aveva nessuna colpa, se non quella di non trovarsi nel suo contesto di riferimento.

Dunque, la Polizia Locale ha scelto di catturare pacificamente il gallo in un condominio di zona Borgata Santa Maria, dove il gallo si trovava. Qui è stato prelevato e, in seguito, condotto presso l’agriturismo e fattoria didattica sociale Sale in zucca.

Nella sua nuova abitazione, l’animale ritroverà il suo habitat naturale, il suo posto tra le galline e l’affetto degli operatori e dei bambini che lo visiteranno. Il giusto finale di questa vicenda, che rende tutti soddisfatti.

2827

Related Articles

2827
Back to top button
Close
Close