Articoli HPTerritorio

Il Grattacielo RAI di Torino ha trovato un acquirente

9604
Tempo di lettura: < 1 minuto

Anni di dubbi e incertezze, ma adesso il Grattacielo RAI di Torino ha finalmente trovato un acquirente che per ricominciare a vivere.

La struttura ha vissuto ben cinque anni di abbandono, dopo che nel 2016 l’emittente televisiva aveva completato gli spostamenti verso la nuova sede di via Cavalli.

Malgrado l’importanza della struttura, 72 metri di altezza e diciotto piani, nessun acquirente aveva mosso offerte concrete. Per anni la RAI ha provato a vendere l’immobile attraverso delle aste, andate tuttavia deserte.

Questo disinteresse, unito anche all’ingente costo della struttura, aveva portato l’edificio a uno stato di semi abbandono,tuttavia adesso sembra essere arrivato il tanto agognato lieto fine.

Oltre sette milioni per il Grattacielo RAI di Torino: i dettagli

L’edificio di via Cernaia 33 è destinato ad avere un nuovo padrone, dopo dieci lustri a ospitare gli uffici della TV di stato.

L’offerta giusta è arrivata dalla società immobiliare IPI di Massimo Segre, che ha messo sul piano la cifra di 7.5 milioni di euro per la struttura.

Un costo che nel corso degli anni aveva spaventato i futuri investitori, visto che il palazzo richiede una integrale bonifica. I costi di bonifica e di ristrutturazione si aggirano attorno ai 60 milioni di euro.

L’offerta ha soddisfatto i vertici di Via Mazzini, che adesso devono deliberare la cessione tramite una ratifica del consiglio di amministrazione. Tuttavia la fumata bianca appare certa, con tutte le parti soddisfatte dall’accordo.

Gli investitori, per via della pandemia, sembrano intenzionati a cambiare il loro business plan, studiato prima dell’avvento del Covid. Inizialmente la struttura voleva essere convertita in un albergo di lusso, ma adesso i piano potrebbero cambiare.

Il gruppo immobiliare dovrebbe convertire il grattacielo in un complesso residenziale-commerciale, con appartamenti misti ad uffici.

La vicinanza con la stazione di Torino Porta Susa potrebbe essere la carta che permetterà al gruppo di rientrare dell’importante investimento.

9604

Related Articles

9604
Back to top button
Close
Close