AmbienteArticoli HP

Piantati 3mila nuovi alberi a Torino grazie a IKEA nel Parco Piemonte

1592
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sono stati piantati 3mila nuovi alberi a Torino.

Si tratta di una grande iniziativa, portata avanti da IKEA, che prende il nome di “Compostiamoci bene“. Quest’ultimo rientra in un programma che si radica a livello nazionale, denominato “MosaicoVerde”. Questo viene invece portato avanti da AzzeroCO2 e Legambiente, con lo scopo di riporlpolare con la natura delle aree che hanno visto profondi cambiamenti nel corso degli ultimi decenni.

Un progetto, quello del gruppo svedese, che ha l’obiettivo di rendere più verde la città e di portare migliaia di nuove piantumazioni nel capoluogo piemontese, in particolare nel “Parco Piemonte“. Gli interventi sono stati condotti su una porzione di terreni di tre ettari, con tante novità green per restituire al parco il suo aspetto, almeno in parte.

I nuovi alberi a Torino e gli interventi nel Parco Piemonte

Questa area necessitava di nuovi interventi di forestazione, viste le caratteristiche urbane del contesto circostante. Viste le trasformazioni avvenute negli anni, alcune aree del bosco sono andate perse. Gli alberi originali, come querce e carpini, sono spariti gradualmente, per essere sostituiti da specie come il cedro e l’acero americano. Sono stati dunque piantati gli alberi che erano presenti maggiormente in origine.

Inoltre, adottando una politica di biodiversità, sono state introdotte alcune novità e sono state riproposte delle piante andate perse nel tempo nell’area. Spazio dunque alla all’olmo, alla roverella, al carpino, all’acero campestre e al frassino maggiore. In totale, questi 3mila alberi si sono andati ad aggiungere agli oltre 10mila già piantati nel Parco Piemonte. Una cifra impressionante, distribuita in maniera omogenea sull’arco di più anni.

Si tratta solo dell’ultimo intervento di forestazione a Torino. In città, negli ultimi periodi, sono state adottate delle linee green per riportare il verde in città. Una serie di operazioni per regalare al capoluogo piemontese nuovi polmoni verdi su cui contare per una qualità dell’aria e per una vivibilità nettamente migliori rispetto al passato.

1592

Related Articles

1592
Back to top button
Close
Close