Articoli HPInnovazione

IDT a Torino si sposta all’ex Q35: nasce un Gruppo Finanziario Tessile digitale

1328
Tempo di lettura: 2 minuti

IDT si espande a Torino e si trasferisce al posto dell’ex Q35.

Nello spazio, all’interno del quale per anni ha avuto sede la storica discoteca, sorgerà il nuovo nuovo quartier generale dell’azienda torinese. Nei locali di via Quittengo, a metà tra i quartieri Barriera di Milano e Regio Parco, sono stati avviati i lavori per rendere operativa la sede. Le operazioni sono partite e presto il gruppo potrà beneficiare di un nuovo punto di riferimento per le sue attività.

IDT, società conosciuta a livello nazionale e internazionale, si configura come uno dei soggetti leader nel settore del commercio online di articoli moda e cosmesi, è pronta dunque a spostarsi in un nuovo centro. L’obiettivo finale di questa iniziativa, come hanno precisato anche i vertici dirigenziali, è quello di far nascere un Gruppo Finanziario Tessile digitale, che sia in grado di coniugare due aspetti. Il primo è la valorizzazione di Bandsdistribution, realtà creata da IDT quindici anni fa, dedita alla distribuzione a livello mondiale per la vendita online di abbigliamento e accessori firmati. Grande centralità sarà riservata a Bdroppy, la piattaforma in cui operano i venditori online in dropshipping. Grazie a questa base, gli utenti possono vendere sul proprio sito o sui principali marketplace i prodotti del catalogo moda di Brandsdistribution.

L’altro aspetto fondamentale sarà il rispetto dell’ambiente circostante e la riqualificazione del quartiere coinvolto. Una priorità, per delle zone che attendono continui investimenti per rilanciarsi.

La IDT e la sua nuova sede a Torino

IDT è un’azienda di medie dimensioni, che dà lavoro a 50 dipendenti. Vanta già una sede principale nel capoluogo piemontese, alla quale se ne aggiungono altre due di tipo logistico in tutto il Piemonte. Dispone di oltre 5mila referenze, che le portano in giro di oltre 600mila clienti.

Nello specifico, la nuova sede misurerà una superficie di 6mila metri quadrati. Per il suo mantenimento saranno necessarie ben 200 assunzioni. Tutti i nuovi investimenti, sia in termini di manovre, sia in risorse umane, saranno mirati per la creazione un grande hub di progetti digitali. Negli spazi interni sarà collocata la pergola realizzata da Renzo Piano per un Festival dell’Architettura, ma non solo.

Ci sarà spazio per pannelli fotovoltaici, per ricavare e sfruttare un’energia sostenibile. Saranno anche realizzati dei corner verdi e, ciliegina sulla torta, sul tetto troveranno posto una caffetteria e una sala meeting.

A lavorare al progetto sarà lo studio Blaarchitettura. Un nome di prestigio nel suo ambito, visto che ha già collaborato con partner di una certa fama, come Satispay. Per l’app di pagamenti, Blaarchitettura ha realizzato gli uffici con sede a Milano. In città verrà dunque riprodotto un progetto per molti aspetti simile a quello della Nuvola Lavazza. Il complesso di via Bologna sarà uno dei riferimenti per far decollare lavori e attività.

1328

Related Articles

1328
Back to top button
Close
Close