Articoli HPSanità

Nasceranno 8 nuovi ospedali in Piemonte: INAIL investe oltre un miliardo

4085
Tempo di lettura: < 1 minuto

Saranno costruiti otto nuovi ospedali in Piemonte.

È questa la grande novità che emerge dai piani di investimento in materia sanitaria a livello nazionale. Si tratta di un massiccio programma di distribuzione di risorse economiche, in uno dei settori maggiormente esposti nel corso degli ultimi anni.

A finanziare il progetto sarà INAIL, che coprirà per intero il costo di oltre un miliardo e 500 milioni di euro. Una cifra imponente, necessaria per la realizzazione di tutti i lavori, che interesseranno quasi tutte le province della nostra regione.

Solo nell’area torinese si conteranno tre nuove strutture, che si andranno ad aggiungere a quelle già esistenti. Un enorme passo in avanti per la sanità locale, da tempo in cerca di nuove risorse per offrire un servizio pienamente efficiente.

I dettagli del progetto

Entrando nei dettagli, poco più di 200 milioni di euro saranno impiegati per la realizzazione del nuovo ospedale dell’Asl To5. Altri 155 milioni saranno destinati all’ospedale dell’Asl Vco.

Oltre 180 milioni di euro saranno necessari per i lavori al Maria Vittoria e all’Amedeo di Savoia, mentre altri 140 milioni saranno riservati alla costruzione dell’ospedale dell’Asl To 4, a Ivrea. 

Per la struttura dell’Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo saranno utilizzati 310 milioni di euro, mentre altri 300 saranno usati per la struttura dell’Azienda Ospedaliera Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria. Infine, 195 milioni e 155 milioni saranno rispettivamente utilizzati per i complessi dell’Asl Cn1 e dell’Asl Vc.

Oltre a questi investimenti da parte di INAIL, ce ne saranno altri anche dal Fondo Sanitario Nazionale. Queste iniziative, infatti, andranno di pari passo, non vi saranno esclusioni.

Dunque, giunge una notizia bellissima sia a livello locale che nazionale. La sanità è uno dei settori che ha pagato maggiormente il prezzo della crisi economica, con le varie Spending Review che, spesso e volentieri, hanno tagliato miliardi di euro di fondi a qualsiasi livello. L’esplosione della pandemia ha ulteriormente evidenziato le problematiche del nostro sistema sanitario nazionale, tanto da rendere inevitabile la corsa ai ripari con la creazione di nuove strutture e il restauro di quelle già esistenti.

Una boccata d’aria per la sanità torinese e piemontese in generale, che vanta sempre ottimi risultati e grandi traguardi. Prossimamente potrà fare affidamento anche su mezzi adeguati e all’avanguardia.

4085

Related Articles

4085
Back to top button
Close
Close