AnimaliArticoli HP

Nuova apparizione di un orso in Val Grande in Piemonte

4128
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nuova apparizione di un orso in Val Grande: vive in solitudine e si nutre di miele

Il Piemonte vede una nuova apparizione di un orso nelle sue foreste, più precisamente nell’area selvaggia della Val Grande che si estende tra Verbano ed Ossola.

Dopo un primo avvistamento nel 2020, i carabinieri forestali hanno notato delle orme sospette sulla neve.

Ne hanno rilevato la presenza vicino a una carcassa di montone, predata dal lupo, sulla quale era posizionata una foto trappola per accertamenti faunistici.

La pattuglia dei carabinieri, dopo essere stata impegnata in attività di monitoraggio, ha spiegato che potrebbe essere lo stesso esemplare.

L’ultimo avvistamento risale allo scorso autunno in Valle Loana, nel comune di Malesco, e si pensava che si fosse spostato in provincia di Biella.

Ma dovrebbe essere proprio l’esemplare adulto proveniente dal Trentino che, da alcuni anni, è arrivato e si è insediato nella zona piemontese.

Le rilevazioni delle forze dell’ordine

I carabinieri forestali tranquillizzano gli abitanti e invitano gli escursionisti e gli alpigiani, qualora dovesse riapparire, a segnalarne la presenza.

Nella questione intervengono anche i militari dell’Arma che mettono in guardia chiunque incontrasse l’orso.

Nessuno deve provare ad avvicinarlo in alcun modo, con cibo o altro.

L’animale, spaventato, tenderà ad allontanarsi o, nel peggiore dei casi, potrebbe reagire in malo modo.

Anche se l’animale non ha mai assunto atteggiamenti pericolosi e in passato si è limitato a fare scorpacciate di miele nelle arnie degli apicoltori.

Ciascun orso ha un carattere particolare e una propria indole e di per sé evita la presenza umana e ne avverte l’odore anche a grande distanza.

L’unica soluzione possibile è quella di chiamare subito le forze dell’ordine e segnalare l’avvistamento.

Oppure scattare una foto con il cellulare e segnalare anche eventuali tracce.

Inoltre si può contattare il numero 1515 o direttamente la centrale operativa dell’Arma dei carabinieri.

(Foto tratta da Legambiente)

4128

Related Articles

4128
Back to top button
Close
Close