Articoli HPSanità

Il Piemonte chiede di vaccinare i maturandi: 35mila dosi per chi farà l’esame

1486
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte arrivano i vaccini per i maturandi: migliaia di dosi per garantire l’esame dal vivo

In Piemonte arrivano i vaccini per i maturandi.

Un’ipotesi che sembra molto concreta, che è emersa dall’incontro tra il Presidente della Regione, Alberto Cirio, e il Generale Francesco Figliuolo.

In questi giorni, infatti, è stato organizzato un summit a Roma tra il governatore del Piemonte e il Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure per il contenimento e contrasto dell’emergenza COVID-19.

L’appuntamento nella capitale pare aver prodotto i risultati sperati da Cirio, che ha anche avanzato la richiesta di ricevere le dosi per i maturandi piemontesi. Si tratta di 35mila vaccini, che potrebbero essere somministrati entro la fine della primavera, per consentire ai giovani di effettuare l’esame dal vivo.

Nel caso in cui questo accordo venisse effettivamente concretizzato, si parlerebbe di un piccolo ritorno alla normalità. Dopo oltre un anno di didattica a distanza, interrotta parzialmente da ritorni in classe poco duraturi, l’idea di far sostenere l’esame di maturità in presenza ai ragazzi sarebbe una conquista.

L’altra grande novità dell’incontro

L’incontro tra Cirio e Figliuolo ha prodotto anche un’altra importante novità.

Presto nella nostra regione arriveranno migliaia di nuove dosi dei vaccini autorizzati. Queste saranno destinate ai cittadini appartenenti alla fascia di età compresa tra i 60 e i 69 anni.

Si tratta di un ulteriore tassello nella marcia verso la vaccinazione totale della popolazione. Si procede con ritmi abbastanza blandi e il ritardo rispetto alla tabella di marcia prefissata è abbastanza evidente. Nonostante ciò, resta l’obiettivo di vaccinare tutti i cittadini piemontesi entro la fine del 2021, al massimo entro l’inizio del prossimo anno.

1486

Related Articles

1486
Back to top button
Close
Close